Archivi tag: vegan

Biscotti morbidi all’avena

con farina di farro e zucchero di canna. 

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

WP_20150325_008

Questi biscotti sono morbidi e dolci. Adatti ai vegani, ma irresistibili per tutti! Lo zucchero di canna integrale dà una nota aromatica, la farina di farro e la crusca sono importanti per le proteine che apportano, l’avena aiuta la pressione sanguigna. Bé… con tutte queste interessanti proprietà vi sentirete meno in colpa dopo qualche dolcetto 😉

RICETTA

Preparazione: 10 minuti – Cottura: 10-15 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti (per circa 20 biscotti):

  • 150g di avena da cuocere*
  • 30g di crusca d’avena
  • 30g di amido di tapioca (o di mais, di riso)
  • 70g di zucchero di canna integrale
  • 50g di olio di semi
  • mezzo cucchiaino di lievito per dolci
  • un pizzico di sale

Preparazione

Preriscaldate il forno a 170°C. Intanto cuocete l’avena, scolatela e lasciatela intiepidire.Amalgamate poi in una ciotola tutti gli ingredienti, setacciando il lievito con le farine (foto 1).

1
1

Dopo aver ottenuto un composto morbido, stendetelo su cartaforno ed infornate per circa 10-15 minuti (foto 2).

2
2

Trascorso il tempo lasciate raffreddare il composto e poi tagliate i biscotti della grandezza che preferite… assaggiateli anche caldi, sono buonissimi 😉

WP_20150325_007

WP_20150325_010

*Potete anche usare i fiocchi d’avena (quindi senza bisogno di cuocerli). In questo caso se l’impasto è troppo asciutto aggiungete alcuni cucchiai di acqua.

Allergeni: glutine.

Consigli nutrizionali:  la farina di farro. Se rapportato agli altri cereali, il farro presenta un ridotto apporto calorico: infatti, il farro apporta solamente 335 Kcal per 100 grammi. Questa farina è particolarmente ricca di proteine e di vitamine B. Il farro contiene un aminoacido essenziale mancante o carente in molti altri cereali: la metionina, coinvolta nella sintesi di numerosi composti importanti per il corretto funzionamento dell’organismo. L’alimentazione a base di prodotti derivati dal farro è particolarmente indicata per chi non digerisce pane, pasta o altri prodotti costituiti da grano duro o tenero, ma non per i celiaci. La farina di farro ha un elevato contenuto di fibre che, insieme alla sua notevole capacità di assorbire acqua, lo rende un alimento saziante e leggermente lassativo.

Annunci

Thumbprint with jam

without butter, without eggs, but with really good flavour 

P1040807

Nutritional tips at the end of recipe.

Do you remember the kumquat mousse that we have prepared for this recipe? I had some left and I keptit  in the fridge for a day … then I decided to make these cookies, of course because I could not waste anything 😉 They are very light , but nutritious and tasty.

RECIPE

Preparation time: 10 minutes – Cooking time: 10-15 minutes – Difficulty: Easy

Ingredients (for about 20 cookies ):

  • 100 g of soft tofu (I had the one flavored with kumquat, but you can also flavor with vanilla, orange, lemon, … )
  • 100 g of sugar cane
  • 16 g of baking powder
  • 150 g of flour 0
  • a pinch of salt
  • 30 g of jam you prefer

Preparation:

Work the tofu with sugar until creamy (photo 1), then add all other ingredients and mix (photo 2).

1
1
2
2

Preheat the oven to 180 ° C. Shape into balls and place them on a baking sheet. With your thumb, gently press the center of the balls, getting a groove that you will fill with jam  (photo 3).

3

Bake for 10-15 minutes. Let cool and bite them … 🙂

P1040806

Nutritional Suggestions: TOFU. About tofu we hear quite often lately, also because of the influence of oriental culture and  cuisine. It is a food that is obtained by curdling soy milk and pressing it into blocks. Since the manufacture of tofu from soy milk is similar to that of cheese from milk, it is often indicates as ” vegetable cheese “. Very little is known about the historical origins of tofu and its method of production. While there are many theories, the information is fairly scarce, these assumptions to be relegated to a mix of legend and history. As for the cheese or butter, the exact origin of tofu have never been verified . What is known is that the production techniques are very old and that it has spread widely throughout Asia.

The partial replacement of animal milk cheese with tofu, contributes not only to prevent hypercholesterolemia and its dangerous consequences, but also to balance the concentrations of plasma lipids, thanks to the generous presence of polyunsaturated fatty acids that characterizes this product. It isn’t therefore necessary to remove the cheese from our diet, because any foods (or almost) “hurt” . It is important to vary often the food in our diet, in order to obtain and ” capture ” the benefits of each one.

For more info about tofu :

See you soon 🙂

Thumbprint con marmellata

…senza burro, senza uova, ma golosi 

P1040807

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Vi ricordate la mousse al kumquat che abbiamo preparato per questa ricetta? Me ne è avanzata un po’ e l’ho conservata in frigo per un giorno… poi ho deciso di preparare questi biscotti, ovviamente perchè non potevo sprecarla 😉 Sono leggerissimi, ma nutrienti e gustosi.

RICETTA

Preparazione: 10 minuti – Cottura: 10-15 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti (per circa 20 biscotti):

  • 100 g di Tofu morbido (io avevo quello aromatizzato al kumquat, ma potete aromatizzare anche con vaniglia, arancia, limone, …)
  • 100 g di Zucchero di canna
  • 16 g di Lievito per dolci
  • 150 g di Farina 0
  • un pizzico di Sale
  • 30 g circa di Marmellata (io ho usato quella di rosa canina)

Preparazione:

Lavorate la crema di tofu con lo zucchero fino ad ottenere una crema (foto 1), poi aggiungete tutti gli altri ingredienti ed amalgamate (foto 2).

1
1
2
2

Preriscaldate il forno a 180°C. Formate delle palline e posatele su una teglia da forno. Con il pollice premete leggermente al centro delle palline, per ottenere un incavo che riempirete con la marmellata (ecco perché si chiamano “thumbprint”: impronta del pollice) (foto 3).

3
3

Infornate per 10-15 minuti. Lasciate raffreddare e… addentate 🙂

P1040806

Consigli Nutrizionali: TOFU. Del tofu si sente parlare abbastanza spesso ultimamente, anche per l’influenza della cultura e cucina orientale. E’ un alimento che si ottiene dalla cagliatura del latte di soia e dalla sua pressatura in blocchi. Dato che la fabbricazione del tofu dal latte di soia è simile a quella del formaggio dal latte, spesso si indica il tofu come “formaggio vegetale”. Si sa molto poco sulle origini storiche del tofu e dei suoi metodi di produzione. Pur essendoci moltissime teorie, le informazioni sono abbastanza scarse, tali da relegare le ipotesi ad un mix di leggenda e storia. Come per il formaggio o il burro, le esatte origini del tofu non sono mai state verificate. Ciò che si sa è che le tecniche di produzione sono molto antiche e che si sono diffuse ampiamente in tutta l’Asia.

La parziale sostituzione del formaggio di latte animale con il tofu, contribuisce non solo a prevenire l’ipercolesterolemia e le sue pericolose conseguenze, ma anche a riequilibrare le concentrazioni dei lipidi plasmatici, grazie alla generosa presenza di grassi polinsaturi che caratterizza questo prodotto. Non è quindi necessario eliminare il formaggio, perché nessun alimento (o quasi) “fa male”. E’ importante variare spesso i cibi della nostra dieta, in modo da ottenere e “catturare” i benefici di ognuno di essi.

Per maggiori info sul tofu:

A presto 🙂

 

Spicy Biscuits

with brown sugar

P1040737Nutritional tips at the end of recipe.

Hello everybody! Probably you have realized that I love cookies … at any time, during the day and, why not , the night 😉 Today I made these cookies for a friend intolerant to wheat and lactose and finally I said to myself, why don’t prepare something suitable for vegans? Because it is usually hard to find dessert recipes for those people.

RECIPE

Preparation: 10 minutes + 30 minutes in the refrigerator – Cooking time: 10-15 minutes – Difficulty: medium

Ingredients (for about 30 cookies ) :

150 g rice Flour
75 g Corn starch
75 g Corn Flour
50 g extra virgin olive Oil
1 small mashed banana
100 g Brown Sugar
5 g Ginger
10 g Cinnamon
5 g baking powder

Procedure:

In a large bowl processed sugar, spices and extra virgin olive oil until creamy. Then add the mashed banana. Little by little, add flour and baking powder. Knead the mixture and form a ball, which you will leave in the fridge for at least 20-30 minutes.

After the time in the fridge, roll out the dough to about 5mm and cut out the biscuits. Preheat oven to 170°C. Lay the biscuits on a baking sheet lined with baking paper and put in the fridge for 10 minutes.

When the oven is hot, bake your cookies. After few minutes you will begin to smell the spices 😉 After about 10 minutes they will be ready.

Good breakfast, snack, tea time or sweet after dinner … 😉

P1040738

P1040736

Nutritional advice: these cookies contain many ingredients that we have already encountered, such as spices, sugar or corn starch. Meanwhile, I would like to underline and show you that this recipe is low in saturated fat and cholesterol, but there are sugars! So pay attention to those who have to take under control the glycemia 🙂

One of the ingredients that we find here is the banana! I’ve added it to the mix because I needed a “binder”, in fact I didnt’ use eggs, plus it gives a very pleasant flavor in this recipe and it has some interesting properties . We find the pro-vitamin A, the B vitamins (B1 , B2 and PP), vitamin C and trace of vitamin E.
Among the trace elements, potassium is definitely the most important mineral, followed by calcium, phosphorus, copper and iron, which is why the banana has re-mineralizing properties. But be careful that you lose some of them during the cooking, expecially vitamins and proteins. So, this fruit (like all fruits) is better uncooked 🙂 Also , the banana can relieve problems associated with gastric ulcer: in fact it could help to neutralize the acidity of gastric juices by stimulating the production of mucus.
Warning: The banana can unleash, in susceptible individuals, allergic reactions. With regard to the introduction in the diet of children at the time of weaning, is recommended after the apple and the pear!

More informations: http://www.botanical-online.com/platanos1angles.htm

See you soon! 😉

Biscotti Speziati

con zucchero integrale di canna 

P1040737

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Ciao a tutti! Avrete capito ormai che adoro i biscotti…a qualunque ora del giorno e, perché no, della notte 😉 Oggi ho creato questi biscotti per un’amica intollerante al frumento e al lattosio e alla fine mi sono detta, perché non preparare qualcosa adatto ai vegani, visto che è difficile trovare ricette dolci?

RICETTA

Preparazione: 10 minuti + 30 minuti in frigorifero – Cottura: 10-15 minuti – Difficoltà: media

Ingredienti (per circa 30 biscotti):

150 g Farina di riso
75 g Amido di mais
75 g Farina di Mais
50 g Olio evo
1 Banana piccola schiacciata
100 g Zucchero integrale di canna
5 g Zenzero
10 g Cannella
5 g Lievito per dolci

Procedimento:

In una ciotola capiente lavorate lo zucchero, le spezie e l’olio evo, fino ad ottenere una crema. Aggiungete quindi la banana schiacciata. Unite, poco alla volta, le farine e il lievito. Lavorate il composto e formate una palla, che lascerete in frigorifero per almeno 20 minuti.

Trascorso il tempo in frigo, stendete una sfoglia di circa mezzo centimetro e ritagliate i biscotti. Preriscaldate il forno a 170°. Posate i biscotti su una teglia foderata con cartaforno e rimettete in frigo per 10 minuti.

Quando il forno è caldo, infornate i vostri biscotti. Dopo qualche minuto inizierete a sentire il profumo delle spezie 😉 Dopo circa 10 minuti sono pronti (se preferite biscotti più croccanti lasciateli ancora un paio di minuti in forno).

Buona colazione, merenda, te dell cinque, dolcetto dopo cena, … 😉

P1040738

P1040736Consigli Nutrizionali: questi biscotti contengono molti ingredienti che abbiamo già incontrato, come le spezie, lo zucchero integrale o l’amido di mais. Intanto vorrei indicarvi che questa ricetta è povera di grassi saturi e colesterolo, ma sono presenti gli zuccheri! Quindi attenzione a chi deve tener sotto controllo la glicemia 🙂

L’ingrediente che scopriamo qui sarà la banana! L’ho aggiunta all’impasto poiché mi serviva un “legante”, non avendo usato le uova, in più dà un sapore molto gradevole in questa preparazione e possiede alcune proprietà interessanti. Troviamo la pro-vitamina A, le vitamine del gruppo B (B1B2 e PP), la vitamina C e  tracce di vitamina E.
Tra gli oligoelementi, il potassio è sicuramente il minerale più importante, seguito da calciofosfororame e ferro: per questo motivo alla banana sono attribuite proprietà rimineralizzanti. Attenzione però che non la cottura si perdono molte vitamine e proteine termolabili. In ogni caso, questo frutto è mangiato il più delle volte fresco 🙂 Inoltre, la  banana può alleggerire i disturbi legati all’ulcera gastrica: infatti il frutto potrebbe aiutare a neutralizzare l’acidità dei succhi gastrici, stimolando la produzione di muco: così facendo, viene facilitata la cicatrizzazione delle ferite create dall’ulcera.
Attenzione: la banana può scatenare, in soggetti sensibili, reazioni allergiche. Per quanto riguarda l’introduzione nella dieta dei bimbi al momento dello svezzamento, è consigliata dopo la mela e la pera!

A presto! 😉

 

 

 

 

Shortbread with Macadamia nuts

with barley malt and pink pepper

P1040649

Truly scented these shortbread! This recipe combines the excellent properties of honey and nuts and the “hotness” of pink pepper, without giving up the goodies. With ingredients that might seem distant from each other, you get a mix of flavors that, unexpectedly, go well together.

Suitable for those who can not consume milk and dairy products and eggs and also vegans, but these biscuits will be irresistible for everybody 😉 This is the first vegan recipe that I present. This lifestyle is based on important ideas: I have summarized these principles here and click on the link below to get more info, recipes and explanations by competent people!

RECIPE

Preparation: 20 minutes + 30 minutes in the refrigerator – Cooking time: 20 minutes – Difficulty: medium

Ingredients (for about 24 cookies ) :

  •     150g flour 00
  •     50g potato starch
  •     100g macadamia nuts, chopped
  •     140g brown sugar
  •     20g malted barley
  •     110g extra virgin olive oil
  •     2g salt
  •     10g baking powder
  •     half a teaspoon of red pepper, chopped
  •     2 tablespoons of tapioca dissolved in 3 tablespoons of water
  •     (replaced tapioca with 2 eggs for the version dairy free, but not vegan)
  •     30g extra dark chocolate

Preparation:

In a bowl, combine all the “dry” ingredients: flour, starch, sugar, salt and yeast (photo 1) . Then add the chopped nuts and red pepper finely chopped.

1

1

Then add the ” wet ” ingredients. Form a fountain and pour the oil emulsified with tapioca dissolved in water and malted barley. Stir vigorously, starting from the center and form a ball (photo 2). Let stand in refrigerator for at least 30 minutes.

2

2

After the time in the refrigerator, roll out the dough to about 6-7 mm thick and cut out biscuits. Place them on a baking sheet and put them back in the refrigerator, in the meantime, preheat the oven to 170 ° C.

Bake the biscuits for about 15 minutes, do not worry if they are soft as soon as you take out from the oven, because they compact during the cooling. If you cook them too much you risk making them too hard.

Melt the chocolate in a double boiler and decorate your cookies as you prefer (photo 3) .

3

3

You can then enjoy them natural, sprinkled with pink pepper berries…

P1040644

or decorated with chocolate, for a version even more delicious!

P1040651

Tips: Macadamia nuts can be found in supermarkets without any problems, but if you prefer walnuts use them without problems. Don’t worry if the dough is too crumbly while you have to cut the biscuits…be careful and during cooking they will compact.

Nutritional Tips: So, there are 2 interesting ingredients in this recipe, we have not met in the pages of the blog yet: pink pepper and macadamia nuts. I decided, however, to learn more about the pink pepper, maybe an unusual ingredient, but also flair.

The pink pepper is also known as fake Peruvian pepper, pink berries come from the fruit of a South American shrub, Scinus Terebinthifolius, which doesn’t belong to the pepper family. The fruits contain resin, tannin, glucose, and an aromatic essence and have diuretic, stomatal, tonic properties, useful in bronchitis and urinary infections. The gum-resins contained in fruits have also a purgative activity. (http://www.clovegarden.com/ingred/cw_pprpz.html).

Its grains contain piperine, a substance that gives its classic spicy taste (this is because it is improperly called pepper), essential oils, resinous substances, important minerals (calcium, phosphorus and potassium).

See you soon … 🙂

Frollini alle noci macadamia

con malto d’orzo e pepe rosa

P1040649

Veramente profumati questi frollini! Questa ricetta unisce le ottime proprietà del miele, delle noci e “piccantezza” delpepe rosa, senza rinunciare alla golosità. Con ingredienti che potrebbero sembrare distanti tra loro, si ottiene un mix di sapori che, però, si sposano bene insieme.

Adatti a chi non può consumare latte e derivati e uova, questi frollini vegani risulteranno irresistibili per tutti 😉 E’ la prima ricetta vegana che presento. Questo stile di vita si basa su idee importanti: ho sintetizzato qui questi principi e cliccate sul link riportato per avere altre info, ricette e chiarimenti da persone competenti!

RICETTA

Preparazione: 20 minuti + 30 minuti in frigorifero – Cottura: 20 minuti – Difficoltà: media

Ingredienti (per circa 24 biscotti):

  • 150g farina 00
  • 50g fecola di patate
  • 100g noci macadamia tritate
  • 140g zucchero di canna
  • 20g malto d’orzo (o miele d’acacia liquido)
  • 110g olio evo
  • 2g sale
  • 10g lievito per dolci
  • mezzo cucchiaino di pepe rosa tritato
  • 2 cucchiai di tapioca sciolti in 3 cucchiaini d’acqua
  • (sostituite la tapioca con 2 uova intere per la versione , ma non vegana)
  • 30g cioccolato fondente extra

Preparazione:

In una ciotola, unite tutti gli ingredienti “secchi”: farina setacciata, fecola, zucchero, sale e lievito (foto 1). Poi aggiungete le noci tritate ed il pepe rosa macinato finemente.

1
1

Aggiungete poi gli ingredienti “umidi”. Formate una fontana e versate l’olio emulsionato con la tapioca sciolta nell’acqua ed il malto d’orzo. Mescolate energicamente, partendo dal centro e formate una palla (foto 2). Lasciate riposare in frigo per almeno 30 minuti.

2
2

Trascorso il tempo in frigorifero, stendete la pasta a circa 6-7 mm di spessore e ritagliate i biscotti. Posizionateli su una teglia da forno e rimetteteli in frigorifero, nel frattempo preriscaldate il forno a 170°C.

Infornate i frollini per circa 15 minuti, non preoccupatevi se saranno morbidi appena tolti dal forno, perché raffreddandosi si compatteranno. Se li cuocete troppo rischiate di renderli troppo duri.

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e decorate a piacere i vostri biscotti (foto 3).

3
3

Li potrete quindi gustare al naturale, spolverati con bacche di pepe rosa…

P1040644oppure decorati con il cioccolato, per una versione ancora più golosa!

P1040651

Consigli: le noci macadamia si trovano senza problemi nei supermercati, ma se preferite le noci comuni usatele senza problemi.

Consigli nutrizionali: allora, in questa ricetta troviamo 2 ingredienti interessanti, che non abbiamo ancora incontrato tra le pagine del blog, il pepe rosa e le noci macadamia. Ho deciso, però, di conoscere meglio il pepe rosa, un ingrediente forse insolito, ma anche un po’ affascinate.

Il pepe rosa è chiamato anche falso pepe peruviano, le bacche rosa provengono dal frutto di un arbusto sudamericano, Scinus Terebinthifolius, che non appartiene all famiglia del pepe. I frutti che contengono resine, tannino, glucosio ed un’essenza aromatica, hanno proprietà diuretiche, stomatiche, toniche, utili nelle bronchiti e nelle infezioni delle vie urinarie. Le gommo-resine contenute nei frutti hanno, inoltre,  una probabile attività purgativa e antigottosa (tratto da: http://www.alimentipedia.it/pepe-rosa.html).

I suoi grani contengono piperina, una sostanza che conferisce a questa spezia il suo classico gusto piccante (eco perchè viene chiamata impropriamente pepe), oli essenziali, sostanze resinose, sali minerali importanti (calcio, fosforo e potassio).

A presto… 🙂