Archivi tag: merenda

Crostata estiva e leggera

una “nuova” pasta frolla e tanta frutta fresca per un momento di dolcezza.

WP_20150619_003

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

La ricetta per questa pasta frolla, senza uova e senza burro, mi è stata consigliata dalla dietista Michela Barducco. Ho completato questa sana e gustosa base con una crema fresca e frutta di stagione, per una merenda o un fine pasto nutrizionalmente completo e ricco di gusto.

Adatta ai bambini, agli intolleranti o allergici… in realtà perfetta per tutti, perché è giusto mangiare sano, gustoso ed apprezzare tutti i fantastici ingredienti che le stagioni ci offrono!

RICETTA

Preparazione: 5 minuti + 1 ora in frigo – Cottura: 30-40 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 200g di farina 00
  • 50g di farina di farro integrale (o di segale)
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di cremortartaro + 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 60g di malto d’orzo o di riso o miele
  • 60ml di olio evo o di mais
  • 70ml di acqua tiepida

Per la farcitura:

  • 100g di ricotta fresca
  • 100g di yogurt greco
  • 2-3 cucchiai di zucchero di canna
  • curcuma (a seconda di quanto volete colorare la crema)
  • frutta fresca
  • gelatina o (meglio) agar agar

Procedimento

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti per la base, formate una palla e tenete in frigo per almeno 1 ora (figura 1).

WP_20150618_004
1

Trascorso il tempo, preriscaldate il forno a 180°C e ungete ed infarinate una teglia da forno. Cuocete la base per circa 35-40 minuti poi lasciatela raffreddare (figura 2).

2
2

Preparate la crema amalgamando gli ingredienti, stendetela sulla base e poi posizionate la frutta (foto 3 e 4).

3
3
4
4

Se volete preparate la gelatina (o l’agar agar), versatela sulla torta e tenete in frigorifero.

Buon (sano) appetito 🙂

WP_20150619_004

WP_20150619_009

Consigli nutrizionali:

Cremortartaro: questo agente lievitante è un sale acido chiamato anche bitartrato di potassio. Se addizionato con il bicarbonato di sodio diventa una valida alternativa al lievito chimico (in quanto non contiene stabilizzanti di origine animale), rendendo soffici gli impasti in modo naturale. Molto utilizzato nei paesi anglosassoni, è praticamente insapore e inodore, inoltre particolarmente leggero e digeribile!

Yogurt Greco: anche yogurt viene prodotto a partire dal latte con l’aggiunta di due batteri: lo Streptococcus thermophilus e il Lactobacillus bulgaricus. Grazie al processo di fermentazione, si ottiene lo yogurt. Lo yogurt viene poi filtrato con una garza, che permette alla parte liquida del siero del latte di defluire. Mentre lo yogurt normale viene filtrato due volte, quello greco subisce tre filtrazioni per rimuovere una quantità maggiore di siero. Ecco perché lo yogurt greco è di una consistenza più densa e cremosa. Grazie a questo terzo passaggio cambiano i valori nutrizionali dello yogurt greco: contiene infatti meno siero, meno lattosio, meno sodio e meno zuccheri rispetto allo yogurt normale. E’ da preferire nelle diete iposodiche perché contiene la metà del sodio contenuto in una vasetto di yogurt normale, inoltre contiene anche la metà dei carboidrati!

Per quanto riguarda la curcuma… ne parleremo prestissimo! Questa spezie fantastica merita più attenzione ed una ricetta tutta per se 😉 Vi dico solo che grazie alle sue molteplici proprietà dovremmo imparare ad usarla molto molto più spesso!

A presto 🙂

 

Rotelle dolci&salate

con farina di mais e di riso.

WP_20150311_007Con questi biscotti pensavo di iniziare una nuova categoria di ricette, adatte alle merende dei bimbi, ma perfette anche per i grandi, che forse dovrebbero  essere un miglior esempio per i fanciulli, perché la sana alimentazione si impara da piccoli! 🙂

RICETTA

Preparazione: 15 min + il tempo in frigorifero – Cottura: 15 min – Difficoltà: Facile

Ingredienti (per circa  biscotti):

  • 90g farina “0”
  • 40g farina di mais
  • 40g farina di riso
  • 80g burro buono! (io l’ho usato salato)
  • 1 uovo
  • 70g zucchero di canna integrale
  • un pizzico di lievito in polvere (facoltativo)
  • un pizzico di sale

Per guarnire:

  • mix di semi (zucca, lino, sesamo, girasole,…)
  • sale fino (facoltativo)

Preparazione:

Iniziate con la sabbiatura del burro e farine: lavorate il burro freddo con le farine fino ad ottenere un composto sabbioso (foto 1).

1
1

unite poi l’uovo, lo zucchero e il lievito e amalgamate velocemente. Otterrete una pasta morbida, se necessario aggiungete un po’ di farina. Lasciate riposare la pasta in frigo per almeno 20 minuti.

Preriscaldate il forno a 180°C. Stendete la pasta ad uno spessore di circa 3-4mm e ritagliate i biscotti. Bagnateli leggermente in superficie con un po’ d’acqua e cospargeteli con il mix di semi. Infornateli per circa 15 minuti (foto 2).

2
2

Lasciateli raffreddare e poi gustateli 😉 Per una versione ancora più particolare potete spruzzarli di sale fino (io ho usato il sale grigio bretone) prima di infornarli.

WP_20150311_006WP_20150311_008

Ideali per la colazione o la merenda, accompagnati da un frutto e da una tazza di latte.

Consigli nutrizionali: prima di tutto vorrei ricordare l’importanza di una buona e sana colazione e di una merenda! Sia per i più piccoli che per i grandicelli… per avere energie per tutta la giornata e per permettere al nostro corpo di utilizzarle nel modo giusto, senza accumularne in eccesso! …ma questo è un altro discorso 😉

Per quanto riguarda questa ricetta golosa e sana, vorrei parlare dei semi. Abbiamo già scoperto, per esempio, i semi di papavero, ora impariamo qualcosa sui semi i generale. Per la loro natura i semi sono ricchi di elementi indispensabili alla crescita di un nuovo “individuo”. Devono generare qualcosa di nuovo e forte, che possa crescere bene e resistere alle difficoltà della natura! Quindi è facile immaginare di quanti nutrienti siano ricchi!! L’energia del seme si esprime sotto forma di acidi grassi essenziali, i cosiddetti grassi “buoni” che assicurano il regolare funzionamento del sistema nervoso. Sono inoltre un’ottima fonte di vitamina E, che protegge la cute, e di sali minerali, che favoriscono lo sviluppo dei muscoli e delle ossa.

Il consumo di semi è importante soprattutto per i bambini (e gli adulti) che mangiano poca carne e pesce, perché, grazie all’alto contenuto di acido linoleico, ferro, magnesio, zinco e altri minerali, contribuiscono a ottimizzare l’apporto nutritivo quotidiano.

Per quanto riguarda l’inserimento nell’alimentazione del bambino, è consigliabile  introdurre i semi  dopo i 18 mesi circa, per abituare l’organismo ed evitare reazioni allergiche durante lo sviluppo.

Per una spiegazione ancora più esaustiva potete consultare questo interessante articolo.

Quindi, introduciamo questi preziosi aiuti per la salute nella nostra dieta, nel pane, nei dolci, nelle insalate, … il vostro corpo vi ringrazierà!

A presto 🙂

Merenda alla crema di latte

con pan di spagna al cacao.

WP_20141026_006

Consigli nutrizionali al temine della ricetta.

Con questa merenda tornerete bambini in un secondo 😉 In più, preparata con buoni ingredienti fornirà il giusto apporto di nutrienti per una giornata sprint!

RICETTA

Preparazione: 40 minuti circa – Cottura: 6-7 minuti – Difficoltà: Facile

Ingredienti:

PER IL BISCOTTO:

  • 70g farina 00
  • 30g farina di riso
  • 30g cacao amaro
  • 150g zucchero
  • 50ml latte parzialmente scremato
  • 1 cucchiaino di lievito (facoltativo)

PER LA CREMA:

  • 400ml latte parzialmente scremato
  • 70g zucchero
  • 50g maizena o fecola
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1/2 bacca di vaniglia

PER LA BAGNA:

  • 2 cucchiai di miele
  • 2 cucchiai di acqua

Preparazione:

Iniziate preparando la crema di latte (che si conserva in frigorifero 2-3 gg). Scaldate il latte con i semi estratti dalla bacca di vaniglia, setacciate in una ciotola la maizena con lo zucchero. Quando il latte è caldo, aggiungerlo a filo alla maizena e zucchero, mescolando con una frusta. Trasferite nel pentolino, aggiungete il miele e cuocete a fuoco medio finché non si addensa, sempre mescolando (foto 1).

foto 1
foto 1

Per il biscotto: montare le uova con lo zucchero per almeno 15 minuti. Aggiungere poi il latte, la farina ed il cacao (foto 2). Amalgamate dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

foto 2
foto 2

Versate su una teglia rivestita con cartaforno e cuocete per circa 6-7 minuti in forno statico preriscaldato a 200°-220°C (foto 3).

foto 3
foto 3

Quando il pan di spagna sarà pronto, trasferitelo su un canovaccio (ricoperto con zucchero per evitare che si attacchi). Spennellatelo con la bagna di acqua e miele e ricoprite metà di esso con la crema di latte. Poi coprite con l’altra metà del biscotto (foto 4).

foto 4
foto 4

Lasciate raffreddare in frigo per circa 1 ora, poi tagliate le vostre “merendine” della grandezza desiderata e… buon appetito 🙂

Consigli nutrizionali: IL LATTE.

Il latte è un alimento completo e adatto a tutti: uomini e donne, bambini e anziani, atleti e sedentari; il suo elevato contenuto di acqua, lo rende un ottimo dissetante; è ricco di calcio e vitamina D (indispensabili nella formazione di ossa e denti), di vitamine del gruppo B e di vitamina A, ma soprattutto contiene tutti gli aminoacidi essenziali. Ma attenzione, come per tutti gli alimenti, non bisogna abusarne per non incorrere in un eccesso di kcal, zuccheri e acidi grassi.

Lo zucchero del latte è il lattosio, che durante la digestione viene scisso in glucosio e galattosio. Le intolleranze al latte sono dovute a carenze dell’enzima necessario per digerirlo (la lattasi), in questi casi si può ricorrere al latte privato del lattosio (facilmente reperibile in commercio), al contrario l’allergia al latte è dovuta ad una reazione nei confronti della proteina caseina! Il grasso del latte si differenzia da tutti gli altri grassi perché, trovandosi allo stato di emulsione (cioè suddiviso in minutissime goccioline) risulta più facilmente e velocemente digeribile ed utilizzabile.

Dobbiamo considerare che siamo gli unici mammiferi che consumano latte anche dopo lo svezzamento, quindi ricordiamo che nell’età dello sviluppo è anche consigliato quello intero (più ricco di grassi e vitamine liposolubili), mentre in età adulta è sufficiente quello parzialmente scremato o scremato (a seconda di gusti ed esigenze), con un apporto calorico inferiore, in quanto contengono meno grassi.

A presto 🙂

Torta margherita…per un buon compleanno!

P1040560

Guardate bene…i topolini si stanno mangiando un pezzo di formaggio! Simpatica vero? Oggi mi è venuta questa idea…pensando che le fette di torta potessero diventare dei dolci pezzi di formaggio! Poi per le altre fette mi sono lasciata trasportare e il risultato è molto colorato! L’ideale per una torta di compleanno…o per altre occasioni speciali 🙂

La base è la torta margherita, classica torta soffice, che si adatta bene alle decorazioni con la pasta di zucchero. Di seguito vi spiegherò come preparare una buona torta margherita, che è ottima anche per la colazione o la merenda, e poi come decorarla con la pasta di zucchero!

Potete trasformarla come volete…basta solo un po’ di fantasia!

RICETTA

Preparazione: 30 minuti circa – Cottura: 60 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti (per una torta di circa 24cm di diametro):

  • 150g farina 00
  • 150g fecola di patate
  • 170g zucchero
  • una bustina di lievito per dolci (16g)
  • 90g burro morbido
  • 5 uova
  • 120ml latte
  • buccia grattuggiata di limone o essenza di limone
  • un pizzico di sale

Preparazione:

Separate i tuorli dagli albumi. Montate con la frusta i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e soffice. Aggiungete quindi il burro a pezzetti e amalgamare bene (foto 1 ).

1
1

Setacciate la farina, la fecola, il lievito e un pizzico di sale ed amalgamare (foto 2).

2
2

Montate a neve ferma gli albumi (foto 3). Preriscaldate il forno a 160°C.

3
3

Versate il latte poco a poco ed amalgamare. A questo punto unite gli albumi a neve, poco alla volta, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli (foto 4), ci vorrà qualche minuto in più, ma il risultato non avrà paragoni.

4
4

Versate l’impasto in una teglia a cerniera imburrata o in silicone ed infornate (foto 5). Io ho usato questa con le fette già divise 🙂 ma il risultato con quella rotonda è lo stesso!

5
5

Durante la cottura iniziate a preparare le vostre decorazioni di zucchero, usando tutta la vostra immaginazione (foto 6).

6
6

Quando la torta sarà pronta, dopo circa 50-60 minuti, lasciatela raffreddare completamente (foto 7), tagliatela a fette (se avete utilizzato lo stampo rotondo) e tagliate la parte superiore per decorarla meglio con la pasta di zucchero (foto 8).

7
7
8
8

Per coprire le fette stendete la pasta di zucchero con il mattarello e, quando diventerà appiccicosa aiutatevi con un po’ di fecola di patate per lavorarla meglio. Quindi ricoprite la fetta, facendo ben aderire la pasta. Per fare aderire le decorazioni potete utilizzare poca acqua, che farà la parte della “colla” (ne basta pochissima).

E la torta è pronta!

P1040558

Con questa ricetta partecipo al contest “Happy Birthday Le Ricette di Anna e Flavia“.

contest 1st b-day_2

Consigli: se avete tempo, potete preparare le decorazioni con lo zucchero anche 2-3- giorni prima, si conserveranno senza problemi e l’assemblaggio della vostra creazione sarà più veloce!

Lavorando la pasta di zucchero usando la fecola, e non lo zucchero a velo, non aumenterete il gusto già molto dolce della pasta e non risulterà stucchevole.

Consigli nutrizionali: i consigli nutrizionali su questa preparazione riguardano la classica torta margherita. Per quanto riguarda la pasta di zucchero devo dirvi che non è proprio un alimento consigliato per tutti i giorni 🙂 ma sono sicura che già lo sapevate! E’ costituita da soli zuccheri semplici, che alzano molto il livello di glucosio nel sangue. Vi sentirete euforici subito dopo la mangiata e poi…un po’ spossati, ma non allarmatevi, come abbiamo visto prima, questo dolce è per le occasioni speciali, quindi, liberi tutti (con le dovute attenzioni!).

Per quanto riguarda la torta margherita…bé, la conoscete tutti! E’ una torta abbastanza semplice e preparata con ingredienti facilmente reperibili e poco costosi.

L’origine del suo nome deriva, probabilmente, dalla forma che assume quando viene tagliata a fette. Infatti, grazie allo zucchero a velo e alla colorazione gialla dell’interno, assomiglia ad una margherita. E’ ottima a colazione o a merenda, in quanto il suo potere saziante è elevato, grazie alla compattezza, e ricca di nutrienti; ideale per i bambini. Si può facilmente tagliare in due dischi orizzontali e farcire all’interno con marmellata o crema al cioccolato o alla nocciola! …mmm… 🙂

…vi piaccioni i topolini? Leggete questo libro 🙂