Archivi tag: malto d’orzo

Crostata estiva e leggera

una “nuova” pasta frolla e tanta frutta fresca per un momento di dolcezza.

WP_20150619_003

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

La ricetta per questa pasta frolla, senza uova e senza burro, mi è stata consigliata dalla dietista Michela Barducco. Ho completato questa sana e gustosa base con una crema fresca e frutta di stagione, per una merenda o un fine pasto nutrizionalmente completo e ricco di gusto.

Adatta ai bambini, agli intolleranti o allergici… in realtà perfetta per tutti, perché è giusto mangiare sano, gustoso ed apprezzare tutti i fantastici ingredienti che le stagioni ci offrono!

RICETTA

Preparazione: 5 minuti + 1 ora in frigo – Cottura: 30-40 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 200g di farina 00
  • 50g di farina di farro integrale (o di segale)
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di cremortartaro + 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 60g di malto d’orzo o di riso o miele
  • 60ml di olio evo o di mais
  • 70ml di acqua tiepida

Per la farcitura:

  • 100g di ricotta fresca
  • 100g di yogurt greco
  • 2-3 cucchiai di zucchero di canna
  • curcuma (a seconda di quanto volete colorare la crema)
  • frutta fresca
  • gelatina o (meglio) agar agar

Procedimento

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti per la base, formate una palla e tenete in frigo per almeno 1 ora (figura 1).

WP_20150618_004
1

Trascorso il tempo, preriscaldate il forno a 180°C e ungete ed infarinate una teglia da forno. Cuocete la base per circa 35-40 minuti poi lasciatela raffreddare (figura 2).

2
2

Preparate la crema amalgamando gli ingredienti, stendetela sulla base e poi posizionate la frutta (foto 3 e 4).

3
3
4
4

Se volete preparate la gelatina (o l’agar agar), versatela sulla torta e tenete in frigorifero.

Buon (sano) appetito 🙂

WP_20150619_004

WP_20150619_009

Consigli nutrizionali:

Cremortartaro: questo agente lievitante è un sale acido chiamato anche bitartrato di potassio. Se addizionato con il bicarbonato di sodio diventa una valida alternativa al lievito chimico (in quanto non contiene stabilizzanti di origine animale), rendendo soffici gli impasti in modo naturale. Molto utilizzato nei paesi anglosassoni, è praticamente insapore e inodore, inoltre particolarmente leggero e digeribile!

Yogurt Greco: anche yogurt viene prodotto a partire dal latte con l’aggiunta di due batteri: lo Streptococcus thermophilus e il Lactobacillus bulgaricus. Grazie al processo di fermentazione, si ottiene lo yogurt. Lo yogurt viene poi filtrato con una garza, che permette alla parte liquida del siero del latte di defluire. Mentre lo yogurt normale viene filtrato due volte, quello greco subisce tre filtrazioni per rimuovere una quantità maggiore di siero. Ecco perché lo yogurt greco è di una consistenza più densa e cremosa. Grazie a questo terzo passaggio cambiano i valori nutrizionali dello yogurt greco: contiene infatti meno siero, meno lattosio, meno sodio e meno zuccheri rispetto allo yogurt normale. E’ da preferire nelle diete iposodiche perché contiene la metà del sodio contenuto in una vasetto di yogurt normale, inoltre contiene anche la metà dei carboidrati!

Per quanto riguarda la curcuma… ne parleremo prestissimo! Questa spezie fantastica merita più attenzione ed una ricetta tutta per se 😉 Vi dico solo che grazie alle sue molteplici proprietà dovremmo imparare ad usarla molto molto più spesso!

A presto 🙂

 

Annunci

I Biscotti con la Crusca

con malto d’orzo e farina di riso   

P1040815Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

E’ un po’ di tempo che voglio preparare dei biscotti perfetti per la colazione, sia dal punto di vista nutrizionale che da quello del gusto…qui in casa sono molto difficili 😉 …chissà se questa volta ho azzeccato la ricetta? 🙂 Ho preso spunto da questo bel blog e, con alcune modifiche, ho preparato questi friabili biscotti.

RICETTA

Ingredienti (per circa 30 biscotti)

  • 330g di farina 00
  • 70g di crusca di grano (o d’avena)
  • 100g di farina 0
  • 30g di amido di mais
  • 30g di amido di riso
  • 160g di zucchero integrale di canna
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale
  • 130g di acqua
  • 130g di olio evo
  • 40g di miele (o solo malto per la versione vegan)
  • 20g di malto d’orzo

Preparazione:

In una ciotola, mischiate prima tutti gli ingredienti secchi, poi unite quelli umidi ed amalgamate. Dovete ottenere un composto compatto (se è troppo asciutto aggiungete un pochino d’acqua). Formate una palla e lasciate in frigo per almeno 30 minuti (foto 1).

1
1

Preriscaldate il forno a 180°C. Stendete la pasta col mattarello e ritagliate i biscotti. Infornate e cuocete per circa 20 minuti (foto 2).

2
2

Lasciate raffreddare i biscotti e…mordeteli! A colazione, a merenda o quando preferite 😉

P1040811Potete anche mettere un cucchiaino di marmellata al centro e creare dei fiorellini gustosi!

P1040813

Consigli nutrizionali: LA CRUSCA: sappiamo veramente cos’è la crusca? Negli ultimi tempi se ne sente parlare più spesso, è poco consumata (soprattutto nel nostro Paese), anche se dovremmo riscoprirla per diversi motivi. Prima di tutto è buonissima, contiene moltissime fibre e va d’accordo con la mia idea di “non si spreca mai niente” 🙂 Dei cereali si utilizza spesso solo la cariosside (il chicco) e si sottopone a macinazione. La parte esterna della cariosside è la crusca e viene di solito scartata con altre parti, ricche di vitamine e di grassi. Ciò comporta una diminuzione del valore nutritivo delle farine! Questo, però, dona loro un aspetto, in teoria, più invitante: bianco e impalpabile. In realtà dobbiamo cambiare il nostro modo di “vedere” le farine! La presenza di crusca nel pane stimola la peristalsi intestinale, arricchisce la flora aumentando le difese contro i patogeni.

Particolare attenzione alle farine integrali deve essere fatta da parte di persone che soffrono di gastrite o colite, o in altri casi di particolari esigenze alimentari.

A presto 🙂

 

 

 

Croccantini ai cereali e cioccolato fondente

P1040683

Ciao a tutti! Oggi ho voluto preparare delle gustose barrette, ideali per la colazione, lo spuntino o prima dell’attività sportiva. Sono un pieno di antiossidanti, minerali, fibre ed acidi grassi polinsaturi; ho limitato il contenuto di zuccheri, ma questi croccantini non sono da considerarli snack “light” o dietetici! Sono ottimi spuntini per chi segue il famoso stile di vita sano ed attivo 🙂

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

RICETTA

Preparazione: 10 minuti – Cottura: 30 minuti – Difficoltà: Facile

Ingredienti (per circa 12 barrette):

  • 140 g di mix Cereali
  • 10 g di Frutti di Bosco disidratati
  • 10 g di Uvetta sultanina
  • 10 g di Cocco disidratato tritato
  • 10 g di Nocciole intere
  • 40 g di Malto d’orzo
  • 15 g di Olio extravergine d’oliva
  • 7 g di Semi di zucca
  • 7 g Semi di girasole
  • 4 g di Cannella in polvere (se piace)
  • 150 g Cioccolato fondente extra

Procedimento:

In una ciotola versare i cereali (io ho usato fiocchi di farro, fiocchi d’avena e crusca di grano) e mescolarli con l’uvetta ed i frutti di bosco. Ora aggiungete i semi, il cocco e la cannella (foto 1).

1
1

Quando sarà tutto ben mescolato, aggiungete il malto e l’olio d’oliva. Mescolate con le mani, perché con il cucchiaio non si ottiene lo stesso risultato omogeneo 🙂 Ungete con poco olio due teglie di alluminio adatte al forno (oppure una teglia più grossa anche coperta con cartaforno), spargete una manciata di semi di sesamo (se volete) e versate il vostro composto di cereali (foto 2 e 3). Preriscaldate il forno a 140°-150°C.

2
2
3
3

Infornate per circa 25-30 minuti. Trascorso il tempo in forno, lasciate raffreddare per circa 15 minuti, poi trasferite in frigorifero per altri 10 minuti. Nel frattempo sciogliete a bagnomaria il cioccolato. Tirate fuori le teglie dal frigo e versate il cioccolato sulla superficie del composto di cereali, fino ad ottenere uno strato uniforme.

Rimettete in frigorifero, finché il cioccolato non è completamente solidificato. Capovolgete le teglie e tagliate le barrette della grandezza che preferite (foto 4).

4
4

Ed eccole qua, pronte per una pausa energetica!

P1040682

Consigli Nutrizionali: questo snack ha un’alto valore nutrizionale: i cereali sono ricchi di vitamine del gruppo B, che aiutano ad ottenere il massimo dell’energia dai carboidrati; la frutta secca è ricca di acidi grassi polinsaturi che tengono sotto controllo il colesterolo “cattivo” e di minerali, indispensabili per l’accrescimento e le corrette funzioni dell’organismo; il malto d’orzo è un dolcificante naturale ottenuto dall’orzo, con potere dolcificante inferiore a quello dello zucchero (infatti le molecole sono più complesse) quindi impiega più tempo per essere “consumato” e permette di avere energia per periodi più lunghi, adatto agli sportivi, inoltre è un buon detossificante per il fegato!

A presto! 🙂

Torta soffice e veloce con olio d’oliva e…

con farina di kamut e yogurt (anche di soia )

P1040580

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

E’ veramente sofficissima! Con grassi buoni, pochi zuccheri e molto nutriente, si prepara in pochi minuti grazie all’aiuto del magico “robot da cucina”, perfetta per chi è sempre di corsa o vuole preparare, alla sera, un’ottima colazione per il giorno dopo!

Leggete tutta la ricetta e non “storcete” il naso se incontrate ingredienti non comuni per un dolce, perché resterete stupiti dalla delicatezza della torta! Inoltre, è di ieri l’articolo pubblicato su sicurezzaalimentare.it (ho riportato il link sulla pagina dedicata alle news), riguardo alla necessità di introdurre ortaggi e latte nelle scuole per “educare” sempre di più all’alimentazione, perché i bambini sono sempre più a rischio obesità e malattie ad essa legate! Questa torta è un ottimo compromesso tra un buon dolce ed una sana alimentazione!

IMPORTANTE: non vi serve neanche la bilancia! Tenete il vasetto di yogurt, lo useremo come dosatore!

RICETTA

Preparazione: 10 minuti – Cottura: 45minuti – Difficoltà: molto facile

Ingredienti (per una torta di circa 24cm di diametro):

1 vasetto di yogurt parzialmente scremato (o di soia)
2 zucchine medie
1 uovo intero e 1 tuorlo
1/2 vasetto di olio evo
1/2 vasetto di zucchero di canna
2 cucchiai di malto d’orzo ( o miele)
2 vasetti di farina di kamut
2 vasetti di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
marmellata (se volete farcirla)
zucchero a velo per decorare

Preparazione:

Tritate molto finemente le zucchine robot da cucina, poi togliete le lame e mettete l’elica per l’impasto (foto 1).

P1040576
1

Aggiungete l’uovo e il tuorlo, il vasetto di yogurt (che userete come dosatore), l’olio evo, lo zucchero e il malto e azionate per qualche secondo. Aggiungete la farina di kamut e mixate velocemente, il composto sarà molto morbido.

Preriscaldate il forno a 170°C. Aggiungete quindi i vasetti di farina 00 uno alla volta, il secondo vasetto potrebbe non servirvi tutto…se raggiungete una consistenza abbastanza morbida, ma compatta ed adatta ad essere versata nello stampo, la farinia è sufficiente. Aggiungete la bustina di lievito ed azionate per alcuni secondi, fino a rendere l’impasto omogeneo (foto 2).

2
2

Infornate a 170°C per circa 10 minuti, poi abbassate a 150°C e proseguite la cottura per altri 35-40 minuti. Controllate poi la cottura con uno stuzzicadenti e lasciate raffreddare, prima di decorare con zucchero a velo (foto 3 e 4)!

3
3
4
4

Consigli: questa torta cresce molto, quindi è adatta ad essere farcita con marmellata o crema di nocciole! Oppure, come hanno fatto in casa mia, tagliatene una bella fetta e spalmatela di marmellata da un lato 🙂 , poi addentatela! Mooolto golosa!

Consigli nutrizionali: possiamo lodare molti ingredienti utilizzati oggi! Per esempio l’olio evo o lo yogurt, ma mi soffermerei, in questo spazio, sugli ingredienti un po’ meno conosciuti o particolari, più difficili da incontrare e “conoscere”, gli altri li analizzeremo sicuramente presto in altre preparazioni.

Zucchine: tutti conosciamo le zucchine, ma forse pochi l’hanno utilizzate per preparare una torta! Intanto, come abbiamo detto, è un modo per aumentare il consumo di ortaggi, nella dieta giornaliera, sia per i bambini che per gli adulti! Inoltre, le zucchine sono molto ricche di sali minerali, vitamina A e manganese. Sono ricchissime d’acqua, quindi adatte alle diete ipocaloriche ed aiutano la depurazione intestinale. Spesso si elimina la buccia verde dell’ortaggio, ma vi consiglio di lasciarla, non è dura e spessa e si cuoce facilmente, inoltre è la parte più ricca di acido folico! Contengono anche buone quantità di luteina, un carotenoide che ha proprietà anti-arteriosclerotiche ed anti-infiammatorie, proteggendo le nostre cellule dallo stress!

Malto d’orzo: spesso lo vediamo scritto sull etichette dei prodotti che compriamo (a proposito, presto introdurrò un alrticolo su come leggere le etichette, molto importante!) oppure l’abbiamo sentito nominare parlando di birra, ma sappiamo cos’è il malto d’orzo? Il malto, ricavabile dall’orzo, dal riso o dal mais attraverso la macerazione dei chicchi dei cereali, è un dolcificante naturale in grado di sostituire il miele o lo zucchero raffinato. Il malto, oltre a contenere molti zuccheri, è una fonte importante di vitamine e sali minerali, in particolare potassio, sodio e magnesio. ll malto d’orzo, in particolare, svolge una specifica funzione disintossicante e depurativa nei confronti del fegato aiutandolo ad eliminare le scorie in eccesso. E’ leggermente meno calorico dello zucchero (saccarosio) ed il sapore è meno dolce, in quanto la molecola è più lunga e per essere scissa in disaccaridi e monosaccaridi (adatti all’assorbimento e più dolci) è necessario più tempo ed impiego di diversi enzimi. Proprio per questo motivo è particolarmente adatto all’alimentazione degli sportivi: fornisce energia ad elevata biodisponibilità e prolungata nel tempo. Inoltre, non dà problemi a livello enterico, per esmpio richimando acqua dai tessuti!

Ricordiamo, però, che contiene glutine. Quindi i soggetti celiaci possono sostituire lo zucchero raffinato con il miele.