Archivi categoria: Torte Soffici

Torta morbida pistacchi, mandorle e cioccolato

Una vera golosità senza glutine.

WP_20150314_007

 

Questo tortino golosissimo conquisterà tutti i vostri ospiti. E’ molto aromatico, ricco di antiossidanti, senza glutine, ma attenzione a non esagerare… è difficile smettere 🙂

RICETTA

Ingredienti (per circa 6-8 persone):

  • 75g pistacchi e mandorle tritate
  • 125g cioccolato fondente extra
  • 75g burro (meglio se salato)
  • 3 uova
  • 75g zucchero di canna integrale
  • mezza bacca di vaniglia

Per la decorazione:

  • 50g burro
  • 5dl panna fresca
  • 100g cioccolato fondente extra
  • pistacchi tritati

farina di riso e burro per la teglia

Procedimento:

Imburrate ed infarinate con farina di riso una teglia da forno e ponetela in frigorifero.

Sciogliete dolcemente a bagnomaria il cioccolato e unire il burro (foto 1).

WP_20150307_003
1

 

Lavorate a parte le uova con lo zucchero e i semi di vaniglia, fino ad ottenere un composto spumoso (foto 2).

2
2

Unite poi la frutta secca tritata e il composto di cioccolato e burro. Versate il composto nella teglia, infornate in forno preriscaldato a 160°C e cuocete per circa un’ora. A cottura ultimata lasciate raffreddare e poi tenete la torta in frigorifero per circa 3 ore prima di decorare (foto 3).

3
3

Preparate poi la ganache al cioccolato: scaldate la panna e il burro, versate poi sul cioccolato a pezzetti e mescolate fino ad ottenere un composto liscio. Versatelo sulla torta fredda e lasciate raffreddare in frigo per un’altra ora. Decorate a piacere con panna montata e pistacchi… o come volete voi! 🙂

WP_20150314_003

 

WP_20150314_004

Allergeni: pistacchi, mandorle, cioccolato

Consigli nutrizionali: è necessario parlare un po’ dei PISTACCHI. Questi frutti meravigliosi e ricchissimi di proprietà importanti per il nostro organismo. Bisogna però stare attenti a non esagerare, con la frutta secca in generale, in quanto in poco peso fornisce una grandissima quantità di energia ed ha poco potere saziante; questo, tuttavia, è molto utile per gli sportivi, che hanno bisogno di energia “pronta all’uso” e non devono appesantirsi, se poi uniamo l’elevata concentrazione di minerali, questi frutti diventano un vero alimento tesoro per gli amanti dello sport agonistico e non.

Proprietà interessanti dei pistacchi: se ne mangiamo l’equivalente di una tazzina al giorno terremo lontane le malattie cardiache, diminuiremo il colesterolo LDL (quello più rischioso) e attueremo anche una valida prevenzione contro il cancro. Questi frutti sono particolarmente ricchi di antiossidanti e proteggono le cellule dai radicali liberi. Tra i minerali contengono: calcio, fosforo, potassio, ferro, zinco, magnesio, manganese, fluoro e rame. Per quanto riguarda le vitamine troviamo la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, la vitamina C e la vitamina E.

Il consumo è importante però sempre con controllo e mantenendo uno stile di vita salutare. Inoltre, scegliete quelli non salati!!

A presto 😉

Annunci

La torta a 3 strati

…quando vi avanzano i biscotti 😉

WP_20141023_001

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Questa torta è veramente golosa! Tre diverse consistenze che creano un mix a cui non potrete rinunciare. Inoltre, è utile se avete briciole e biscotti da utilizzare.

E’ un dolce ottimo per occasioni speciali, ma non consumatelo troppo spesso… mi raccomando 😉

RICETTA 

Preparazione: 15 minuti per la base + 15 minuti per il 3° strato – Cottura 45-50 minuti – Difficoltà: Media

Ingredienti:

  • 250-300g di biscotti secchi
  • 125-150g di burro
  • marmellata a piacere
  • 120g farina 00
  • 2 uova
  • 80g burro
  • 80g zucchero
  • un pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di lievito
  • latte (se troppo densa)

Procedimento

Iniziate preriscaldando il forni a 180°C, sbriciolate i biscotti e amalgamateli al burro fuso, come per la preparazione della base della cheese cake (attenzione a non far friggere il burro quando lo sciogliete!). Infornate 5-6 minuti, poi lasciate raffreddare.

Nel frattempo preparate la copertura: lavorate il burro a crema, poi aggiungete un tuorlo alla volta (foto 1), tenendo da parte gli albumi. Aggiungete lo zucchero, il sale e il lievito setacciato con la farina. Amalgamate delicatamente dal basso verso l’alto gli albumi montati a neve, facendo attenzione a non smontarli (foto 2).

foto 1
foto 1
foto 2
foto 2

Stendete quindi la marmellata sulla base di biscotto, io ho usato la marmellata di rosa canina (foto 3).

foto 3
foto 3

Riempite una sac à poche con l’impasto di copertura e coprite tutta la torta, per completare potete usare una spatola o un cucchiaio delicatamente (foto 4).

foto 4
foto 4

Infornate la torta per circa 40 minuti (io l’ho cosparsa di zucchero prima di infornarla… per avere una bella crosticina!).

Poi sfornate e lasciate raffreddare :-).

WP_20141023_002

WP_20141023_003

Consigli Nutrizionali: per questa ricetta ho utilizzato la marmellata di rosa canina. Questa non è molto utilizzata, ma scopriamo insieme quali proprietà benefiche può avere questa bacca non così “famosa”. La rosa canina è ricca di vitamina C, di vitamina A e di vitamina B, oltre che di acidi grassi essenziali e di antiossidanti: queste sono tutte sostanze che possono essere utili al fisico e ai suoi eventuali malanni e disturbi (soprattutto nei cambi di stagione). E’un frutto, anzi un falso frutto, dal gusto deciso  e proprio per questo motivo viene utilizzata sempre più spesso in tisane, marmellate, sciroppi, torte, zuppe e gelatine.

 

Inoltre, da recenti studi scientifici emerge che un consumo costante e corretto di rosa canina ha portato dei vantaggi nei pazienti malati di artrite reumatoide, contribuendo a diminuire il dolore e la rigidità articolare e promuovendo una sensazione di benessere generale.

Per quanto riguarda le controindicazioni, esse sono piuttosto rare. In ogni caso è importante non abusarne, soprattutto se sotto forma di integratori (e quindi molto concentrata). Bisogna, inoltre, chiedere consiglio medico in caso di gravidanza, allattamento, per i bambini o per chi assume regolarmente farmaci.

A presto 🙂

 

Torta allo yoghurt “8 vasetti”

Con crema di nocciole e ganache al cioccolato.

P1040884

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Sofficissima, coloratissima e facilissima! Questa torta diventerà il vostro asso nella manica per avere un dolce buonissimo e goloso, in poco tempo!

RICETTA

Preparazione: 10 minuti – Cottura: 40 minuti – Difficoltà: Facile

Ingredienti (per una torta di circa 24 cm di diametro):

  • 1 vasetto di yoghurt da 125ml
  • 3/4 di vasetto di olio di semi o extravergine d’oliva
  • 3 uova
  • 2 vasetti di zucchero di canna
  • 4 vasetti di farina
  • una bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale

Per la farcia e la copertura:

  • 5-6 cucchiaia di crema di nocciole
  • 250g di panna
  • 250g di cioccolato fondente

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180°C.

Montate le uova con il sale, fino ad ottenere un composto spumoso. Unite lo yoghurt e tenete il vasetto. Misurate lo zucchero e l’olio con il vasetto ed uniteli all’impasto mescolando. Aggiungete i vasetti di farina e, alla fine, il lievito. Amalgamate bene e versate in una tortiera a cerniera imburrata ed infarinata (foto 1).

1
1

Infornate per circa 40 minuti e controllate la cottura con uno stuzzicadenti prima di spegnere il forno. Lasciate la torta nel forno spento per circa 10 minuti, poi fatela raffreddare completamente prima di sformarla (foto 2).

2
2

Quando la torta sarà fredda, tagliatela a metà e farcitela con la crema di nocciole. Ricoprite la torta col disco superiore e preparate ora la ganache. Scaldate la panna in un tegame, senza farla bollire. Quando sarà calda, spegnete il fornello e aggiungete il cioccolato a scaglie e mescolate, fino ad ottenere una crema densa (se troppo morbida lasciatela raffreddare ancora qualche minuto, sempre mescolando).

Posizionate la torta su una gratella e versate la crema sulla torta cercando di coprire tutti i bordi (foto 3).

3
3

Lasciate asciugare la glassa 10-15 minuti, poi decorate a piacere. Tenete la torta in frigo per circa 1 ora, per far rapprendere la glassa, poi lasciatela a temperatura ambiente per circa 20 minuti, prima di servire.

P1040884

Ottima 😉

Consigli nutrizionali: lo yoghurt. Lo yoghurt deriva dalla fermentazione del latte, ad opera di batteri, che trasformano il lattosio (attenzione non tutto il lattosio, ma buona parte) in acido lattico.Il tipo di latte utilizzato influisce sul suo contenuto in grassi e proteine. Questo alimento è molto equilibrato ed è importante per l’intestino con un’azione antimicrobica e antitossica. Che tipo di yoghurt scegliere? Dipende dal gusto personale e anche un po’ dall’età… per gli adulti è ottimo quello derivato da latte parzialmente scremato, perché non abbiamo bisogno dei grassi del latte intero, importanti, invece per l’accrescimento nei bambini.

A presto 😉

 

 

 

Torta soffice alle nespole

con grano saraceno e zucchero di canna.

WP_20140521_005

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Stagione di nespole! Sono frutti particolari, molto succosi e un po’ aciduli. Si abbinano perfettamente con la farina di grano saraceno e lo zucchero di canna, per dare una torta soffice e aromatica.

RICETTA

Preparazione: 15 minuti – Cottura: 40 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti:

  • 100g di zucchero integrale di canna
  • 200g di farina 00
  • 80g di farina di grano saraceno
  • 2 uova
  • 80g di burro morbido
  • 200g di nespole
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1/2 cucchiaino di rum
  • 1 bustina di lievito per dolci

Preparazione:

Preparate le nespole: tagliatele a metà e eliminate i noccioli e la buccia; tenetele da parte.

Lavorate le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso. Unite poi il burro a pezzetti, la cannella e mescolate (foto 1).

1
1

Preriscaldate il forno a 180°C. Aggiungete le farine setacciate, il lievito, il latte e il rum. A questo punto versate il composto in una tortiera a cerniera imburrata e poi posizionate a cerchi concentrici (o come preferite) le nespole sulla superficie della torta. Infornate per circa 30-40°C.

Trascorso il tempo lasciate raffreddare completamente prima di sformare dalla tortiera.

WP_20140521_003

WP_20140521_004

Consigli nutrizionali: Le nespole. Questi frutti possiedono proprietà diuretiche ed astringenti e sono ritenute utili per la regolarizzazione delle funzioni intestinali (grazie alla presenza di tannini, maggiormente presenti nel frutto immaturo). Quando i frutti sono molto maturi possono avere, invece, proprietà lassative. Sono inoltre un blando antipiretico, quindi la loro assunzione potrebbe dunque risultare utile in caso di febbre.

Presentano un buon contenuto di vitamina C ed un ottimo potere saziante. Tale caratteristica, insieme al loro scarso apporto calorico, le rendono utili come alimento da assumere all’interno di un regime dietetico dimagrante.

Scopriamo ora altre curiosità ed utilizzi: la corteccia essiccata può essere utilizzata per la preparazione di decotti ad azione fortemente astringente. Ancora, il decotto può essere sfruttato per l’igiene della gola e, soprattutto, come buon rimedio naturale contro le infiammazioni del cavo orale.
Scoprite di più su:http://www.my-personaltrainer.it/benessere/nespole.html

A presto! 🙂

 

Plumcake con farina di castagne

con miele e canditi (se vi piacciono ovviamente) 🙂
P1040693

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

 

Un buon plum cake per la colazione o la merenda? Eccolo qui, con i minerali del miele, grande apporto energetico e molto nutriente… 🙂 E, con un piccolo accorgimento, è adatto anche ai celiaci! Ottimo!

RICETTA

Preparazione: 15 minuti – Cottura: 45-50 minuti – Difficoltà: Facile

Ingredienti:

150g farina 00 (o farina di riso per )
100g farina di castagne
1/2 bustina di lievito per dolci
3 cucchiai di miele
2 uova
1/2 bicchiere olio evo
1/2 bicchiere latte di soia
7-8 ml di rum (circa 1/3 di bicchiere)
70g di canditi
zucchero a velo per guarnire

Preparazione:

Miscelate le due farine ed il lievito in una ciotola. In un pentolino ammorbidite a fuoco basso il miele, poi togliete dal fuoco e aggiungete il latte di soia. Versate quindi nella ciotola con la farina.

Aggiungete i rossi d’uovo e mescolate. A parte montate i bianchi a neve, con due cucchiaini di zucchero (foto 1) e tenete da parte.

1
1

Aggiungete, il rum e l’olio d’oliva (foto 2), poi i canditi infarinati.

2
2

Infine, aggiungete i bianchi montati a neve, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli. Preriscaldate il forno a 180°C.

Ungete ed infarinate uno stampo da plum cake. Versate l’impasto nello stampo (foto 3) ed infornate per circa 50 minuti (controllate la cottura con uno stizzicadenti).

3
3

Sfornate e lasciate raffreddare a temperatura ambiente (foto 4).

4
4

Spolverate con lo zucchero a velo quando è freddo e…buona colazione, ricca di nutrienti 😉

P1040692

Consigli Nutrizionali: Farina di Castagne

La farina è ottenuta dalle castagne essicate e, come il famoso frutto, la farina è ricca in carboidrati complessi, che rappresentano un’alternativa ai cereali più conosciuti. In termini nutrizionali, è ricca di carboidrati, discretamente presenti le proteine e povera di grassi. Inoltre, è fonte di sali minerali, tra cui magnesio, zolfo, potassio, ferro e calcio. tra le vitamine troviamo la B1, B2 e la PP.

 

Come abbiamo già detto, la farina è ottenuta dai frutti essicati, ma, a differenza dalle altre farine ottenute da frutta secca, presenta un minor contenuto in grassi, si può usare quindi in sostituzione di altre farine, per esempio quella di mandorle o nocciole. Ricordate però che il sapore sarà leggermente modificato, in quanto le castagne sono abbastanza dolci. Ricordiamo ancora una volta che contengono pochi grassi, ma un alto contenuto di carboidrati! Consumiamola con attenzione.

A presto 🙂

I “rimasugli” diventano una ciambella ricca!

Riciclo goloso di “rimasugli” natalizi.

P1040622

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Sono sicura che tutti, dopo le vacanze di Natale, hanno almeno un angolino della dispensa con sacchettini e scatoline piene di “rimasugli”. Qualche giorno fa ho deciso di utilizzarli! Avevo ancora della frutta candita e dei biscotti secchi al cioccolato. Tutto ancora buono e sigillato, ma non così friabile come appena sfornato 🙂 e poi alcune mandorle e nocciole “abbandonate” in una ciotola!

Ho preparato una ciambella, senza troppi grassi e zuccheri aggiunti, visto che sia i canditi che i biscotti, parecchia dolcezza ce l’hanno già! Ah…se non vi piacciono i canditi potete anche non aggiungerli alla ricetta, o magari avete o preferite l’uvetta…insomma…la fantasia è sempre il primo ingrediente!

Un’idea chic e speciale per San Valentino? Visto che i biscotti erano fatti a cuore, ne ho lasciati alcuni interi, inseriti nell’impasto appena prima di infornarlo. Al termine della cottura otterrete delle fette “intarsiate” con il cuoricino…molto romantico 🙂

P1040617

RICETTA

Preparazione: 15 minuti – Cottura: 45 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti:

250g di farina autolievitante per dolci (o farina 00 + una bustina di lievito per dolci)
180g di zucchero
8-10 biscotti secchi al cioccolato
30g di mandorle
30g di nocciole
80g di frutta candita
160g di olio evo
3 uova

Preparazione:

In una ciotola lavorate l’olio con lo zucchero, poi aggiungete un uovo alla volta, amalgamando bene (foto 1).

1
1

A questo punto aggiungete gli altri ingredienti: le mandorle e le nocciole tritate finemente, i biscotti sbriciolati, i canditi (io li ho tritati finemente nel mixer) e la farina autolievitante (o la farina e il lievito) setacciata (foto 2).

2
2

Preriscaldate il forno a 170°-180°C. Ungete ed infarinate una tortiera a ciambella, versate l’impasto nella tortiera e, se volete, ora è il momento di inserire i cuoricini interi. Inseriteli con la punta verso l’alto (foto 3), in modo che al momento di togliere la torta dalla teglia risulteranno dritti.

3
3

Infornate e cuocete per circa 40-45 minuti (non aprite il forno per almeno 20 minuti) e controllate sempre la cottura con uno stuzzicadenti.

Lasciate raffreddare la torta prima di tagliarla e…buon appetito!

P1040621

Con questa ricetta partecipo al contest “una tavola senza sprechi” del blog cortesie in cucina.

SONY DSC

Consigli nutrizionali: questa ciambella è davvero molto ricca, con un sapore pieno ed aromatico. Molti sono gli ingredienti utilizzati, ma oggi è il momento di scoprire le virtù dell’olio d’oliva. Ho utilizzato l’olio d’oliva e non il burro sia perché gli ingredienti utilizzati sono già molto “consistenti” e sia perché i biscotti al cioccolato “riciclati” contenevano burro.

L’olio d’oliva è un grasso vegetale, diciamo è il re dei grassi vegetali. E’ tipico della zona mediterranea ed è il condimento da preferire, grazie al suo contenuto di vitamina E di grassi monoinsaturi ed in particolare di acido oleico. Grazie a questa sua particolare composizione in acidi grassi, è uno dei condimenti migliori per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo (LDL) nel sangue. Inoltre, è adatto alle fritture, infatti il suo punto di fumo è 210 °C (per l’olio extra vergine), quindi tra i più stabili.

Quale scegliere? Allora, per oli di oliva si intendono gli oli ottenuti esclusivamente dalle olive, mediante un procedimento di estrazione meccanica. Sarà classificato come extravergine se corrisponderà ad un olio assolutamente perfetto, senza difetti, con un’acidità libera espressa in acido oleico non superiore a 0.8 g per 100 g; gli oli che, invece, presentano piccole imperfezioni di gusto, vengono destinati alla raffinazione e miscelati con una percentuale variabile di extra vergine diventando così olio di oliva (per approfondire).

Per i dolci, spesso è consigliato l’olio di semi, sia perché il risultato è più leggero sia perché è più insapore. Quello che posso consigliarvi è di usare sempre un buon olio d’oliva o un buon olio di semi!! Per quanto riguarda le paste frolle, l’uso dell’olio d’oliva va un po’ a discapito della friabilità, posso consigliarvi di aggiungere un po’ di lievito per dolci se preparate per esempio i biscotti e di non cuocerli troppo a lungo, per non seccarli troppo.

Torta soffice e veloce con olio d’oliva e…

con farina di kamut e yogurt (anche di soia )

P1040580

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

E’ veramente sofficissima! Con grassi buoni, pochi zuccheri e molto nutriente, si prepara in pochi minuti grazie all’aiuto del magico “robot da cucina”, perfetta per chi è sempre di corsa o vuole preparare, alla sera, un’ottima colazione per il giorno dopo!

Leggete tutta la ricetta e non “storcete” il naso se incontrate ingredienti non comuni per un dolce, perché resterete stupiti dalla delicatezza della torta! Inoltre, è di ieri l’articolo pubblicato su sicurezzaalimentare.it (ho riportato il link sulla pagina dedicata alle news), riguardo alla necessità di introdurre ortaggi e latte nelle scuole per “educare” sempre di più all’alimentazione, perché i bambini sono sempre più a rischio obesità e malattie ad essa legate! Questa torta è un ottimo compromesso tra un buon dolce ed una sana alimentazione!

IMPORTANTE: non vi serve neanche la bilancia! Tenete il vasetto di yogurt, lo useremo come dosatore!

RICETTA

Preparazione: 10 minuti – Cottura: 45minuti – Difficoltà: molto facile

Ingredienti (per una torta di circa 24cm di diametro):

1 vasetto di yogurt parzialmente scremato (o di soia)
2 zucchine medie
1 uovo intero e 1 tuorlo
1/2 vasetto di olio evo
1/2 vasetto di zucchero di canna
2 cucchiai di malto d’orzo ( o miele)
2 vasetti di farina di kamut
2 vasetti di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
marmellata (se volete farcirla)
zucchero a velo per decorare

Preparazione:

Tritate molto finemente le zucchine robot da cucina, poi togliete le lame e mettete l’elica per l’impasto (foto 1).

P1040576
1

Aggiungete l’uovo e il tuorlo, il vasetto di yogurt (che userete come dosatore), l’olio evo, lo zucchero e il malto e azionate per qualche secondo. Aggiungete la farina di kamut e mixate velocemente, il composto sarà molto morbido.

Preriscaldate il forno a 170°C. Aggiungete quindi i vasetti di farina 00 uno alla volta, il secondo vasetto potrebbe non servirvi tutto…se raggiungete una consistenza abbastanza morbida, ma compatta ed adatta ad essere versata nello stampo, la farinia è sufficiente. Aggiungete la bustina di lievito ed azionate per alcuni secondi, fino a rendere l’impasto omogeneo (foto 2).

2
2

Infornate a 170°C per circa 10 minuti, poi abbassate a 150°C e proseguite la cottura per altri 35-40 minuti. Controllate poi la cottura con uno stuzzicadenti e lasciate raffreddare, prima di decorare con zucchero a velo (foto 3 e 4)!

3
3
4
4

Consigli: questa torta cresce molto, quindi è adatta ad essere farcita con marmellata o crema di nocciole! Oppure, come hanno fatto in casa mia, tagliatene una bella fetta e spalmatela di marmellata da un lato 🙂 , poi addentatela! Mooolto golosa!

Consigli nutrizionali: possiamo lodare molti ingredienti utilizzati oggi! Per esempio l’olio evo o lo yogurt, ma mi soffermerei, in questo spazio, sugli ingredienti un po’ meno conosciuti o particolari, più difficili da incontrare e “conoscere”, gli altri li analizzeremo sicuramente presto in altre preparazioni.

Zucchine: tutti conosciamo le zucchine, ma forse pochi l’hanno utilizzate per preparare una torta! Intanto, come abbiamo detto, è un modo per aumentare il consumo di ortaggi, nella dieta giornaliera, sia per i bambini che per gli adulti! Inoltre, le zucchine sono molto ricche di sali minerali, vitamina A e manganese. Sono ricchissime d’acqua, quindi adatte alle diete ipocaloriche ed aiutano la depurazione intestinale. Spesso si elimina la buccia verde dell’ortaggio, ma vi consiglio di lasciarla, non è dura e spessa e si cuoce facilmente, inoltre è la parte più ricca di acido folico! Contengono anche buone quantità di luteina, un carotenoide che ha proprietà anti-arteriosclerotiche ed anti-infiammatorie, proteggendo le nostre cellule dallo stress!

Malto d’orzo: spesso lo vediamo scritto sull etichette dei prodotti che compriamo (a proposito, presto introdurrò un alrticolo su come leggere le etichette, molto importante!) oppure l’abbiamo sentito nominare parlando di birra, ma sappiamo cos’è il malto d’orzo? Il malto, ricavabile dall’orzo, dal riso o dal mais attraverso la macerazione dei chicchi dei cereali, è un dolcificante naturale in grado di sostituire il miele o lo zucchero raffinato. Il malto, oltre a contenere molti zuccheri, è una fonte importante di vitamine e sali minerali, in particolare potassio, sodio e magnesio. ll malto d’orzo, in particolare, svolge una specifica funzione disintossicante e depurativa nei confronti del fegato aiutandolo ad eliminare le scorie in eccesso. E’ leggermente meno calorico dello zucchero (saccarosio) ed il sapore è meno dolce, in quanto la molecola è più lunga e per essere scissa in disaccaridi e monosaccaridi (adatti all’assorbimento e più dolci) è necessario più tempo ed impiego di diversi enzimi. Proprio per questo motivo è particolarmente adatto all’alimentazione degli sportivi: fornisce energia ad elevata biodisponibilità e prolungata nel tempo. Inoltre, non dà problemi a livello enterico, per esmpio richimando acqua dai tessuti!

Ricordiamo, però, che contiene glutine. Quindi i soggetti celiaci possono sostituire lo zucchero raffinato con il miele.

Torta margherita…per un buon compleanno!

P1040560

Guardate bene…i topolini si stanno mangiando un pezzo di formaggio! Simpatica vero? Oggi mi è venuta questa idea…pensando che le fette di torta potessero diventare dei dolci pezzi di formaggio! Poi per le altre fette mi sono lasciata trasportare e il risultato è molto colorato! L’ideale per una torta di compleanno…o per altre occasioni speciali 🙂

La base è la torta margherita, classica torta soffice, che si adatta bene alle decorazioni con la pasta di zucchero. Di seguito vi spiegherò come preparare una buona torta margherita, che è ottima anche per la colazione o la merenda, e poi come decorarla con la pasta di zucchero!

Potete trasformarla come volete…basta solo un po’ di fantasia!

RICETTA

Preparazione: 30 minuti circa – Cottura: 60 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti (per una torta di circa 24cm di diametro):

  • 150g farina 00
  • 150g fecola di patate
  • 170g zucchero
  • una bustina di lievito per dolci (16g)
  • 90g burro morbido
  • 5 uova
  • 120ml latte
  • buccia grattuggiata di limone o essenza di limone
  • un pizzico di sale

Preparazione:

Separate i tuorli dagli albumi. Montate con la frusta i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e soffice. Aggiungete quindi il burro a pezzetti e amalgamare bene (foto 1 ).

1
1

Setacciate la farina, la fecola, il lievito e un pizzico di sale ed amalgamare (foto 2).

2
2

Montate a neve ferma gli albumi (foto 3). Preriscaldate il forno a 160°C.

3
3

Versate il latte poco a poco ed amalgamare. A questo punto unite gli albumi a neve, poco alla volta, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli (foto 4), ci vorrà qualche minuto in più, ma il risultato non avrà paragoni.

4
4

Versate l’impasto in una teglia a cerniera imburrata o in silicone ed infornate (foto 5). Io ho usato questa con le fette già divise 🙂 ma il risultato con quella rotonda è lo stesso!

5
5

Durante la cottura iniziate a preparare le vostre decorazioni di zucchero, usando tutta la vostra immaginazione (foto 6).

6
6

Quando la torta sarà pronta, dopo circa 50-60 minuti, lasciatela raffreddare completamente (foto 7), tagliatela a fette (se avete utilizzato lo stampo rotondo) e tagliate la parte superiore per decorarla meglio con la pasta di zucchero (foto 8).

7
7
8
8

Per coprire le fette stendete la pasta di zucchero con il mattarello e, quando diventerà appiccicosa aiutatevi con un po’ di fecola di patate per lavorarla meglio. Quindi ricoprite la fetta, facendo ben aderire la pasta. Per fare aderire le decorazioni potete utilizzare poca acqua, che farà la parte della “colla” (ne basta pochissima).

E la torta è pronta!

P1040558

Con questa ricetta partecipo al contest “Happy Birthday Le Ricette di Anna e Flavia“.

contest 1st b-day_2

Consigli: se avete tempo, potete preparare le decorazioni con lo zucchero anche 2-3- giorni prima, si conserveranno senza problemi e l’assemblaggio della vostra creazione sarà più veloce!

Lavorando la pasta di zucchero usando la fecola, e non lo zucchero a velo, non aumenterete il gusto già molto dolce della pasta e non risulterà stucchevole.

Consigli nutrizionali: i consigli nutrizionali su questa preparazione riguardano la classica torta margherita. Per quanto riguarda la pasta di zucchero devo dirvi che non è proprio un alimento consigliato per tutti i giorni 🙂 ma sono sicura che già lo sapevate! E’ costituita da soli zuccheri semplici, che alzano molto il livello di glucosio nel sangue. Vi sentirete euforici subito dopo la mangiata e poi…un po’ spossati, ma non allarmatevi, come abbiamo visto prima, questo dolce è per le occasioni speciali, quindi, liberi tutti (con le dovute attenzioni!).

Per quanto riguarda la torta margherita…bé, la conoscete tutti! E’ una torta abbastanza semplice e preparata con ingredienti facilmente reperibili e poco costosi.

L’origine del suo nome deriva, probabilmente, dalla forma che assume quando viene tagliata a fette. Infatti, grazie allo zucchero a velo e alla colorazione gialla dell’interno, assomiglia ad una margherita. E’ ottima a colazione o a merenda, in quanto il suo potere saziante è elevato, grazie alla compattezza, e ricca di nutrienti; ideale per i bambini. Si può facilmente tagliare in due dischi orizzontali e farcire all’interno con marmellata o crema al cioccolato o alla nocciola! …mmm… 🙂

…vi piaccioni i topolini? Leggete questo libro 🙂

Mini Plum Cake alla marmellata

  con farina di riso e zucchero integrale di canna.

P1040544

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Oggi mi sono svegliata con un po’ di febbre, in più fuori fa parecchio freddo…ottima combinazione per cucinare qualcosa di dolce e soffice 🙂

Ho preparato questi plum cake soffici e leggeri; sono senza glutine e senza derivati del latte, quindi possono essere consumati anche da chi non può assumere questi ingredienti. Ma attenzione, sono buonissimi e adatti a tutti!

Inoltre, cerco sempre di preparare ricette per allergici ed intolleranti usando ingredienti reperibili e possibilmente poco costosi, perché esiste una grande varietà di alimenti, combinazioni e “trucchi” per mangiare sano e gustoso anche se si ha qualche limitazione. Le allergie e le intolleranze non devono spaventarvi!

RICETTA

Preparazione: 20 minuti – Cottura: 40 minuti – Difficoltà: Facile

Ingredienti (per circa 9-10 plum cake):

  • 1 uovo
  • 100g farina di riso
  • 45g maizena (amido di mais)
  • 75g zucchero integrale
  • 125g yogurt di soia
  • 40g olio evo (extravergine d’oliva)
  • lievito per dolci 1/2 cucchiaio
  • aroma limone (o vaniglia se preferite)
  • un pizzico di sale
  • marmellata circa 3 cucchiai (gusto a piacere)

Preparazione:

Sbattere energicamente l’uovo con lo zucchero, il sale e l’aroma scelto. Il composto dovrà diventare gonfio e spumoso.

Aggiungete lo yogurt e mescolate. Setacciate poi la farina, la maizena, il lievito (foto 1).

P1040536
1

Unite ora l’olio a filo e mescolate. Preriscaldate il forno a 170°C. Versate un cucchiaio abbondante di impasto nelle forme da plum cake, poi mettete un cucchiaino di marmellata in ogni forma e coprite con l’impasto rimanente, fino ad arrivare a circa mezzo centimetro dal bordo. Infornate! (foto 2)

2
2

Dopo circa 20 minuti, se sono troppo colorati in superficie, abbassate il forno a 150°C e continuate la cottura. Controllate con lo stuzzicadenti se sono pronti, sfornateli e lasciateli raffreddare.

P1040544Buona colazione!!

Consigli: se preferite potete utilizzare uno stampo grande per plum cake; in questo caso il tempo di cottura aumenterà leggermente e, se usate uno stampo di circa 30cm raddoppiate le dosi indicate.

Questa ricetta può essere preparata anche con farina 00 e yogurt di latte parzialmente scremato o intero, bianco o alla frutta.

Io ho usato la marmellata di pesche, ma viene benissimo anche con altre marmellate! io adoro, per esempio, quella ai frutti di bosco.

Consigli nutrizionali: la maizena, o amido di mais, è un alleato dei celiaci, infatti è usato come addensante, utile nelle preparazioni senza glutine. Dal punto di vista chimico, contiene meno acqua, proteine, lipidi e fibre rispetto alle altre farine; ha più carboidrati e quindi maggior potere energetico. Abbiamo usato anche la farina di riso, anch’essa povera di proteine e lipidi ma ricca di fosforo, tiamina e niacina (rispettivamente vitamina B1 e PP). In questa preparazione aumentiamo l’apporto di fibre e minerali con lo zucchero integrale, l’apporto proteico con le uova e i lipidi con l’olio d’oliva, ricco inoltre di vitamina E.

Torta profumata al rosmarino

con zucchero di canna e miele

torta rosmarino

Ed eccoci di nuovo insieme! Devo dire che stasera ero ispirata…e volevo fare qualcosa di “particolare”. Ho deciso di abbinare il il sapore aromatico del miele con il profumo del rosmarino, poi ho aggiunto alla lista degli ingredienti diversi tipi di farine ricche di fibre. Non vedevo l’ora di tirarla fuori dal forno per assaggiarla! 🙂

Il risultato è stato molto soddisfacente! Una torta morbida, con molti sapori diversi, che però si combinano bene!

Inoltre, io amo particolarmente aggiungere diversi tipi di farine alle ricette, perché, secondo me, aggiungono una nota più decisa e particolare e permettono di assumere una maggiore varietà di vitamine e minerali. Per questa torta, comunque, potete usare anche la farina 00, al posto di quelle indicate.

RICETTA

Preparazione: 40 minuti – Cottura: 40-45 minuti – Difficoltà: media

Ingredienti (per una torta di circa 24 cm di diametro):

60g farina di grano saraceno
60g farina di farro
80g farina di riso
30g olio evo (extravergine d’oliva)
100g zucchero grezzo di canna
80g miele d’acacia (o rosmarino)
2 mele renette
2 uova
un cucchiaio di aghi di rosmarino tritati
1/2 bustina di lievito per dolci (circa 8g)

Preparazione:

Sbucciate le mele e tagliatele a pezzetti. Mettetele in una casseruola con gli aghi di rosmarino e 3 cucchiai d’acqua. Lasciate sobbollire a fuoco bassissimo per 10 minuti poi spegnete e lasciate raffreddare (foto 1).

1
1

In una ciotola lavorate i tuorli con lo zucchero e il miele, aggiungete l’olio e mescolate. Lasciate da parte i bianchi.

Frullate 2 cucchiai del composto di mela e rosmarino e aggiungete poi al composto di zucchero e tuorli (foto 2). Versate le restanti mele (e rosmarino) e mescolate bene.

2
2

Aggiungete le tre farine miscelate e il lievito, sempre mescolando tra un’aggiunta e l’altra. Preriscaldate il forno a 180°C. Montate a neve ferma i bianchi ed aggiungeteli all’impasto lentamente, mescolando dall’alto verso il basso, per non smontarli (foto 3).

3
3

Versate il composto nella teglia imburrata o foderata con carta forno (meglio una teglia a cerniera). Infornate per 40-45 minuti, senza aprire MAI il forno almeno per i primi 20 minuti.

Trascorso il tempo provate la cottura con uno stuzzicadenti. Spegnete il forno e lasciate raffreddare prima di togliere dalla teglia.

Sentirete un profumo che avvolge tutta la cucina…e non vedrete l’ora di assaggiarla!

P1040489

Consigli: potete preparare una glassa sciogliendo 100g di zucchero a velo e 2 cucchiai di acqua molto calda. Quando la consistenza è vischiosa  la glassa è pronta. Versatela sulla torta raffreddata e cospargetela con fiori di rosmarino. Il risultato sarà molto dolce e scenografico!

Consigli nutrizionali: questa torta presenta l’utilizzo di grasso vegetale (olio evo) e quindi limita l’assunzione di grassi animali, più difficili da digerire. L’utilizzo di diverse farine non raffinate permette l’assunzione di un maggior contenuto di fibre e di nutrienti come minerali (calcio, fosforo, potassio, magnesio zinco, manganese e ferro) e vitamine (B1, B2, B3, B5, B6 e E). L’aggiunta del miele permette di aumentare le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie!

Ma la maggior caratteristica di questa torta è che è senza latte e derivati, quindi può essere liberamente consumata dalle persone intolleranti al lattosio e allergiche alle proteine del latte!

Di seguito trovate la tabella nutrizionale della ricetta, con le indicazioni per una porzione:

Con questa ricetta partecipo al “Non-contest di Ricette Calorie“.

Lettura consigliata: “Una tisana al rosmarino“, di Daniela Dell’Oca.