Archivi categoria: Biscotti

Biscotti morbidi all’avena

con farina di farro e zucchero di canna. 

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

WP_20150325_008

Questi biscotti sono morbidi e dolci. Adatti ai vegani, ma irresistibili per tutti! Lo zucchero di canna integrale dà una nota aromatica, la farina di farro e la crusca sono importanti per le proteine che apportano, l’avena aiuta la pressione sanguigna. Bé… con tutte queste interessanti proprietà vi sentirete meno in colpa dopo qualche dolcetto 😉

RICETTA

Preparazione: 10 minuti – Cottura: 10-15 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti (per circa 20 biscotti):

  • 150g di avena da cuocere*
  • 30g di crusca d’avena
  • 30g di amido di tapioca (o di mais, di riso)
  • 70g di zucchero di canna integrale
  • 50g di olio di semi
  • mezzo cucchiaino di lievito per dolci
  • un pizzico di sale

Preparazione

Preriscaldate il forno a 170°C. Intanto cuocete l’avena, scolatela e lasciatela intiepidire.Amalgamate poi in una ciotola tutti gli ingredienti, setacciando il lievito con le farine (foto 1).

1
1

Dopo aver ottenuto un composto morbido, stendetelo su cartaforno ed infornate per circa 10-15 minuti (foto 2).

2
2

Trascorso il tempo lasciate raffreddare il composto e poi tagliate i biscotti della grandezza che preferite… assaggiateli anche caldi, sono buonissimi 😉

WP_20150325_007

WP_20150325_010

*Potete anche usare i fiocchi d’avena (quindi senza bisogno di cuocerli). In questo caso se l’impasto è troppo asciutto aggiungete alcuni cucchiai di acqua.

Allergeni: glutine.

Consigli nutrizionali:  la farina di farro. Se rapportato agli altri cereali, il farro presenta un ridotto apporto calorico: infatti, il farro apporta solamente 335 Kcal per 100 grammi. Questa farina è particolarmente ricca di proteine e di vitamine B. Il farro contiene un aminoacido essenziale mancante o carente in molti altri cereali: la metionina, coinvolta nella sintesi di numerosi composti importanti per il corretto funzionamento dell’organismo. L’alimentazione a base di prodotti derivati dal farro è particolarmente indicata per chi non digerisce pane, pasta o altri prodotti costituiti da grano duro o tenero, ma non per i celiaci. La farina di farro ha un elevato contenuto di fibre che, insieme alla sua notevole capacità di assorbire acqua, lo rende un alimento saziante e leggermente lassativo.

Annunci

Biscottini canadesi con noci pecan

senza uova 

WP_20141124_002

 

Consigli nutrizionali al termine della ricetta!

I biscottini canadesi sono frollini aromatici e friabili. Ho usato sciroppo d’acero e noci pecan e per questo motivo sono molto energetici, adatti per la colazione o la merenda dei bambini o degli sportivi. In più, grazie all’assenza delle uova, il contenuto del colesterolo scende e li rende più leggeri e digeribili: energia subito disponibile per chi ha una vita attiva!

RICETTA

Preparazione: 30 minuti – Cottura: 10 minuti – Difficoltà: Facile

Ingredienti (per circa 20 biscotti):

  • 125g di farina 00
  • 40g di zucchero
  • 90g di burro morbido
  • 60g di noci pecan tritate finemente
  • 2 cucchiai di sciroppo d’acero

Preparazione:

Lavorate il burro con lo zucchero, fino ad ottenere una crema soffice e spumosa. Aggiungete quindi la farina le noci e lo sciroppo d’acero. Amalgamate velocemente (se necessario aggiungete un po’ di farina), formate un panetto e lasciate riposare in frigo per 15-20 minuti (foto 1).

1
1

Preriscaldate il forno a 180°C e rivestite 2 teglie con cartaforno. Stendete l’impasto con un mattarello e ritagliate i biscotti della forma che preferite, disponeteli sulle teglie (foto 2) ed infornate per 10-12 minuti, finché non si colorano sui bordi (foto 3).

2
2
3
3

Se volete, prima di infornare, potete spennellare la superficie dei biscotti con un po’ di latte e spargere una manciata di zucchero.

Non preoccupatevi se quando li tirate fuori dal forno sono molto morbidi, lasciateli raffreddare e poi staccateli dalla teglia.

Buona colazione! 🙂

WP_20141124_001

 

WP_20141121_007

Consigli Nutrizionali: Noci Pecan, questo frutto da noi forse poco conosciuto ed usato, presenta numerose proprietà importanti ed interessanti: sono un alimento che si presta a combattere l’ipercolesterolemia e lo stress ossidativo. L’alta percentuale di acidi grassi polinsaturi, di fitosteroli, di vit. E (α-tocoferolo) e di flavonoidi determina la riduzione del colesterolo “cattivo” (LDL), oltre che della predisposizione ai tumori.
Una ricerca condotta dall’Università del Massachussetts e pubblicata in “Current Topics in Nutraceutical Research” ha dimostrato che il consumo regolare di noci Pecan può anche ridurre la degenerazione neuromuscolare legata all’invecchiamento; una sorta di effetto anti-aging!
Oltre che molto ricche di grassi, le noci Pecan sono anche ricche di fibra. Dal punto di vista salino, questi prodotti abbondano in ferro, magnesio, zinco, selenio e potassio, mentre per quel che concerne le vitamine si evidenziano apporti significativi di vitamina E.
Importante: 
come per tutta la frutta secca, il consumo deve essere moderato ed adeguato, in quanto il potere saziante è debole ed elevata è la quantità di kcal! Il tutto associato ad adeguato esercizio fisico e corretta alimentazione.

Frollini Piccanti

con cannella e peperoncino.WP_20141121_007Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Bentornati! Oggi ci lasciamo tentare da questi profumatissimi frollini, perfetti anche come goloso pensiero di Natale. Il profumo che si diffonderà nella vostra cucina durante la cottura sarà irresistibile!

RICETTA

Preparazione: 10 min + 1 ora in frigo – Cottura: 15 minuti – Difficoltà: Facile

Ingredienti:

  • 200g di farina 00
  • 100g di zucchero semolato
  • 100g di burro freddo
  • 50g di cacao amaro
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di peperoncino macinato finemente

Preparazione:

Potete preparare l’impasto sia usando il mixer, sia in una ciotola impastando velocemente. Iniziate con la sabbiatura: preparate un composto sabbioso con farina e burro freddo a pezzetti. Aggiungete poi lo zucchero e il lievito, l’uovo e il tuorlo, il cacao e le spezie. Preparate un panetto e lasciate riposare in frigo per almeno 1 ora (foto 1).

1
1

Trascorso il tempo preriscaldate il forno a 180°C. Stendete la frolla alta circa 3-4 mm e ritagliate i biscotti. Distribuiteli su una teglia ed infornate per circa 15 minuti. Trascorso il tempo lasciateli raffreddare (foto 2).

2
2

Saranno ora pronti per essere decorati con pasta di zucchero o glassa oppure gustateli subito con una tazza di tè speziato 🙂

WP_20141121_010

WP_20141121_009

Consigli nutrizionali: abbiamo già parlato delle proprietà del peperoncino e della quercetina, quindi qui scopriamo le caratteristiche del cacao in polvere, che ha ovviamente similitudini con il cioccolato, ma possiede alcune caratteristiche peculiari.

Il cacao in polvere è il prodotto derivato dal trattamento delle mandorle racchiuse nei frutti (cabossidi) della Theobroma cacao, una pianta originaria dell’America tropicale. La mandorla, molto amara, è sottoposta a fermentazione, essiccazione, torrefazione e macinazione. Per rendere la polvere del cacao più dolce, viene aggiunto del carbonato di potassio. La polvere di cacao si ottiene filtrando a caldo la pasta di cacao, separando la parte grassa, il burro di cacao, da quella magra, il cacao in polvere, appunto, che presenta, però, ancora una parte di grassi. Contiene numerose vitamine, soprattutto del gruppo B, e minerali, come sodio, potassio, ferro; è un ottimo stimolante del metabolismo e possiede un effetto vasodilatatore e diuretico. Attenzione però: è ricco di nichel, quindi non adatto a coloro che manifestano questa allergia; inoltre, non introducetelo troppo presto nella dieta dei bambini, non prima del terzo anno di età e comunque chiedete ai pediatri!

A presto 🙂

 

Cookies leggeri

senza uova e burro.

WP_20141110_004

Giornata tipica di Novembre! Piove piove piove… cosa facciamo? BISCOTTI!!! E’ proprio il momento giusto… poi prepariamo un buon tè o un buon caffè e… buona merenda.

Questa ricetta è adatta ai vegani, agli intolleranti al lattosio, allergici al latte o alle uova… o a chi ama nutrirsi bene, senza rinunciare alle cose buone!

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

RICETTA

Preparazione: 10 minuti + 1 h in frigo – Cottura 15-20 minuti – Difficoltà: Facile

Ingredienti (per circa 20 biscotti):

  • 100g farina d’avena
  • 25g farina di mandorle (mandorle tritate)
  • 125g farina 00
  • 120g di zucchero di canna
  • 60ml olio di semi o olio evo
  • 75ml acqua tiepida
  • 6g lievito per dolci
  • gocce di cioccolato fondente

Preparazione:

Sciogliete lo zucchero e il lievito con l’acqua, in una ciotola capiente. Unite le farine setacciate, poi l’olio e amalgamate fino a completo assorbimento degli ingredienti. Aggiungete ora le gocce di cioccolato (quante volete) e amalgamate.

Coprite la ciotola con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per 1 h. Preriscaldate il forno a 180°C, foderate 2 teglie con cartafono e trasferite il composto in una sac à poche perché sarà abbastanza morbido e appiccicoso.

Formate dei dischi con l’impasto, distanziati tra loro. Infornateli e quando saranno gonfi e inizieranno a scurirsi sui bordi saranno pronti! 🙂

WP_20141110_001

WP_20141110_005

WP_20141110_003

Consigli nutrizionali: variare le farine! Questa volta vorrei approfondire un concetto importante: l’utilizzo di diverse farine, diverse dalla comune 00. Molto spesso, infatti, sentiamo dire che la farina bianca fa male; ciò non è totalmente vero! Il fatto è che siamo ormai saturi di farina bianca 00, molto ricca di glutine e povera di tutti quegli altri nutrienti importanti ed interessanti, che durante il processo di raffinazione vengono persi. Abbiamo inoltre dimenticato (o mai conosciuto) i “gusti” diversi che hanno le diverse farine; possono infatti modificare il sapore dei vostri impasti, più o meno speziati, aromatici, sapidi, … Impariamo quindi a variare gli alimenti nella nostra dieta quotidiana, scoprendo le caratteristiche  e proprietà dei vari cereali, si ridurranno sicuramente anche gli spiacevoli disturbi di gonfiore o intolleranza legati alla farina bianca (che spesso ci fanno fare autodiagnosi sbagliate e dannose!).

Inoltre, esistono molte farine adatte ai celiaci, poiché senza glutine perché provenienti non da cereali. Spesso possono essere utilizzate dai celiaci invece di ricorrere sempre alle farine aglutinate provenienti da processi industriali e molto care. Per esempio scoprite la farina di mais, di grano saraceno, di quinoa, …

Dobbiamo anche imparare a consumare e conoscere il chicco di grano e le sue parti… perchè anch’esse sono commestibili e molto utili per il contenuto fibre e minerali.

Tipi di farine quali sono e quando usarli
Fonte: http://www.amando.it/casa-cucina/ricette/alimenti/tipi-di-farine-quali-sono-e-quando-usarli.html

 

Per scoprire le caratteristiche delle farine potete approfondire qui.

A presto 🙂

Merenda alla crema di latte

con pan di spagna al cacao.

WP_20141026_006

Consigli nutrizionali al temine della ricetta.

Con questa merenda tornerete bambini in un secondo 😉 In più, preparata con buoni ingredienti fornirà il giusto apporto di nutrienti per una giornata sprint!

RICETTA

Preparazione: 40 minuti circa – Cottura: 6-7 minuti – Difficoltà: Facile

Ingredienti:

PER IL BISCOTTO:

  • 70g farina 00
  • 30g farina di riso
  • 30g cacao amaro
  • 150g zucchero
  • 50ml latte parzialmente scremato
  • 1 cucchiaino di lievito (facoltativo)

PER LA CREMA:

  • 400ml latte parzialmente scremato
  • 70g zucchero
  • 50g maizena o fecola
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1/2 bacca di vaniglia

PER LA BAGNA:

  • 2 cucchiai di miele
  • 2 cucchiai di acqua

Preparazione:

Iniziate preparando la crema di latte (che si conserva in frigorifero 2-3 gg). Scaldate il latte con i semi estratti dalla bacca di vaniglia, setacciate in una ciotola la maizena con lo zucchero. Quando il latte è caldo, aggiungerlo a filo alla maizena e zucchero, mescolando con una frusta. Trasferite nel pentolino, aggiungete il miele e cuocete a fuoco medio finché non si addensa, sempre mescolando (foto 1).

foto 1
foto 1

Per il biscotto: montare le uova con lo zucchero per almeno 15 minuti. Aggiungere poi il latte, la farina ed il cacao (foto 2). Amalgamate dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

foto 2
foto 2

Versate su una teglia rivestita con cartaforno e cuocete per circa 6-7 minuti in forno statico preriscaldato a 200°-220°C (foto 3).

foto 3
foto 3

Quando il pan di spagna sarà pronto, trasferitelo su un canovaccio (ricoperto con zucchero per evitare che si attacchi). Spennellatelo con la bagna di acqua e miele e ricoprite metà di esso con la crema di latte. Poi coprite con l’altra metà del biscotto (foto 4).

foto 4
foto 4

Lasciate raffreddare in frigo per circa 1 ora, poi tagliate le vostre “merendine” della grandezza desiderata e… buon appetito 🙂

Consigli nutrizionali: IL LATTE.

Il latte è un alimento completo e adatto a tutti: uomini e donne, bambini e anziani, atleti e sedentari; il suo elevato contenuto di acqua, lo rende un ottimo dissetante; è ricco di calcio e vitamina D (indispensabili nella formazione di ossa e denti), di vitamine del gruppo B e di vitamina A, ma soprattutto contiene tutti gli aminoacidi essenziali. Ma attenzione, come per tutti gli alimenti, non bisogna abusarne per non incorrere in un eccesso di kcal, zuccheri e acidi grassi.

Lo zucchero del latte è il lattosio, che durante la digestione viene scisso in glucosio e galattosio. Le intolleranze al latte sono dovute a carenze dell’enzima necessario per digerirlo (la lattasi), in questi casi si può ricorrere al latte privato del lattosio (facilmente reperibile in commercio), al contrario l’allergia al latte è dovuta ad una reazione nei confronti della proteina caseina! Il grasso del latte si differenzia da tutti gli altri grassi perché, trovandosi allo stato di emulsione (cioè suddiviso in minutissime goccioline) risulta più facilmente e velocemente digeribile ed utilizzabile.

Dobbiamo considerare che siamo gli unici mammiferi che consumano latte anche dopo lo svezzamento, quindi ricordiamo che nell’età dello sviluppo è anche consigliato quello intero (più ricco di grassi e vitamine liposolubili), mentre in età adulta è sufficiente quello parzialmente scremato o scremato (a seconda di gusti ed esigenze), con un apporto calorico inferiore, in quanto contengono meno grassi.

A presto 🙂

Biscottini farciti

con crema di nocciole o marmellata!

WP_20140729_003Avete preparato la pasta frolla? …e, quando la crostata è pronta vi avanza sempre un po’ di pasta? Preparate questi biscottini!!

RICETTA

Ingredienti:

  • pasta frolla avanzata (potete conservarla 1 giorno in frigo o alcuni giorni in freezer)
  • crema di nocciole
  • marmellata

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180°C, ritagliate i biscotti della forma che preferite e posizionateli sulla teglia. Infornate per 10-15 minuti e formate dei “panini” con la crema di nocciole o la marmellata!

Ottimi! 🙂

WP_20140729_002

Buon appetito!! 🙂

 

 

Canestrelli

P1040874

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Questa volta mi sono dedicata alla tradizione. Da buona ligure ho dedicato un dolce a questa bellissima regione: i canestrelli. Forse l’origine è un po’ controversa tra Piemonte e Liguria, ma comunque sono dolcetti friabili e gustosi, per ogni volta che avete “voglia di dolce”! 🙂

RICETTA

Preparazione: 15 minuti (+30 minuti in frigo) – Cottura: 15-20 minuti – Difficoltà: Media

Ingredienti (per circa 25-30 biscotti):

  • 100g di farina
  • 100g di fecola di patate
  • 50g di zucchero di canna chiaro a velo (anche zucchero bianco)
  • 120g di burro
  • 2 tuorli d’uovo sodi
  • un pizzico di sale
  • buccia di mezzo limone grattuggiata

Preparazione:

Iniziate mettendo la farina, la fecola e il burro a pezzetti in una ciotola (foto 1).

1
1

Lavorate velocemente con le mani fino ad ottenere un composto granuloso. Aggiungete poi lo zucchero, il sale e il limone grattuggiato. Incorporate i tuorli sodi sbriciolati, amalgamate bene e formate una palla (foto 2).

2
2

Coprite la pasta e lasciate in frigorifero per almeno 30 minuti. Trascorso il tempo stendete la pasta ad uno spessore di circa 4-5 mm, ritagliate i biscotti e posateli su una teglia da forno (foto 3).

3
3

Preriscaldate il forno a 170°C e nel frattempo rimettete la teglia in frigo. Infornate per circa 20 minuti (non lasciateli colorare troppo!),

P1040873

sfornate e lasciateli raffreddare, prima di cospargerli di zucchero a velo 😉

P1040876

P1040875

Consigli nutrizionali: Uova e colesterolo. Che le uova intere siano un alimento ad alto contenuto di colesterolo è innegabile! Tuttavia, non si possono ignorare le numerose proprietà benefiche e l’elevato contenuto di sostanze nutritive. Tra queste ricordiamo la lecitina, una sostanza che riduce l’assorbimento del colesterolo. Il consumo moderato di uova si associa anche a:

  • Un buon apporto proteico ad alto valore biologico.
  • Un buon apporto vitaminico.
  • Un buon apporto di ferro eme.

L’uovo (in base al metodo di cottura) è un alimento “abbastanza” digeribile! In assenza di particolari controindicazioni, è possibile consumare anche 2 uova a settimana (senza dimenticare che le assumiamo anche nelle preparazioni). Infatti, il colesterolo introdotto con gli alimenti contribuisce solo in parte (circa il 30%) all’innalzamento della colesterolemia; inoltre, un organismo sano è in grado di regolare l’assorbimento di colesterolo riducendolo qualora la dieta ne apporti quantità eccessive. Infine, il colesterolo NON è l’unico responsabile dell’aumento del rischio di patologie cardiovascolari; è quindi necessario che livelli di colesterolo anomali si associno anche ad altri fattori di rischio come: il fumo, l’obesità, la sedentarietà e una dieta ricca di grassi saturi. Quindi, attenzione all’alimentazione ed allo stile di vita, ma non eliminate le fantastiche uova!

A presto 🙂

 

 

 

 

 

 

 

Nuvole alle mandorle

con semola di grano duro. P1040869 Consigli nutrizionali al termine della ricetta. Questi biscotti hanno una consistenza leggerissima, ma sono gustosi e aromatici, grazie alla farina e alla granella di mandorle! In più, la semola li rende croccantissimi 😉 RICETTA Ingredienti (per circa 30 biscotti):

  • 2 chiare d’uovo
  • 90g di zucchero
  • 50g di mandorle macinate finemente
  • 100g di mandorle a filetti o granella
  • 60g di semola di grano duro
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci

Procedimento: Preriscaldate il forno a 180°C. Iniziate montando con la frusta gli albumi, quando saranno soffici aggiungete lo zucchero poco alla volta e montate a neve ferma. Aggiungete poi le mandorle macinate e il lievito insieme alla farina, mescolate delicatamente dal basso verso l’alto (foto 1).

1
1

Con un cucchiaino formate dei mucchietti di impasto su una teglia foderata con cartaforno. Spolverate con la granella di mandorle (foto 2).

2
2

Infornate per circa 10 minuti. Quando saranno colorati sui lati toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare prima di staccarli! Ed eccoli qui… molto leggeri e golosi 🙂 P1040868 Potete anche unirli a coppie e farcirli con marmellata o crema di nocciole! Consigli nutrizionali: abbiamo già parlato delle nocciole in questa ricetta, qui riprendiamo il discorso sulla frutta secca e sulle sue proprietà nutritive. E’ ricca di proteine, fibre e minerali, vitamine e acidi grassi omega3! Le mandorle, in particolare, sono molto ricche di calcio, utile per combattere l’osteoporosi. Ricordiamo, però, che la frutta secca va mangiata in quantità moderate perché molto ricca in oli. Possiamo concederci un po’ di frutta secca ogni giorno, limitandoci ad una porzione pari ad un cucchiaio e, molto importante, NON salata e NON zuccherata! A presto 🙂

Biscotti morbidi… post-pasquali

per utilizzare la colomba e il cioccolato dell’uovo di Pasqua 🙂

P1040838

Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

Non sapete più dove mettere la colomba mezza iniziata? Non ne potete più di vedere il cioccolato delle uova? Ecco qui un’idea per riutilizzare i classici dolci pasquali, per una colazione o una merenda golosa!

RICETTA

Preparazione: 15 minuti – Cottura: 10 minuti – Difficoltà: facile

Ingredienti:

  • 350g di colomba
  • 120ml di sciroppo d’acero (o 3-4 cucchiai di marmellata)
  • cioccolato

Preparazione:

Iniziate sbriciolando la colomba e aggiungete poi lo sciroppo d’acero (o la marmellata) poco per volta (foto 1). Iniziate ad amalgamare, fino ad ottenere un impasto morbido e umido.

1
1

Stendete l’impasto su una teglia da forno, infornate e lasciate asciugare 10 minuti in forno ventilato a 180°C (foto 2).

2
2

Trascorsi 10 minuti lasciate intiepidire e poi ritagliate i biscotti della forma che preferite e lasciateli raffreddare su cartaforno (foto 3).

3
3

Con i ritagli di impasto che avanzeranno potrete rimpastare velocemente e ricavare altri biscotti. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato e decorate i biscotti a piacere (foto 4).

4
4

Quando il cioccolato si sarà solidificato saranno pronti per la vostra merenda 😉

P1040836

Consigli Nutrizionali: l’idea di usare lo sciroppo d’acero è stata ottima. Me l’ha portato mia sorella dal Canada e ho deciso di usarlo per qualcosa di insolito. Lo sciroppo d’acero è un prodotto tipico nordamericano, ottenuto dalla linfa dell’acero. Questo è un dolcificante, ma con un sapore caratteristico, quasi caramellato. E’ costituito in gran parte da saccarosio, quindi non lasciatevi ingannare dal fatto che è naturale… consumatelo con attenzione 😉

A presto!

 

 

I Biscotti con la Crusca

con malto d’orzo e farina di riso   

P1040815Consigli nutrizionali al termine della ricetta.

E’ un po’ di tempo che voglio preparare dei biscotti perfetti per la colazione, sia dal punto di vista nutrizionale che da quello del gusto…qui in casa sono molto difficili 😉 …chissà se questa volta ho azzeccato la ricetta? 🙂 Ho preso spunto da questo bel blog e, con alcune modifiche, ho preparato questi friabili biscotti.

RICETTA

Ingredienti (per circa 30 biscotti)

  • 330g di farina 00
  • 70g di crusca di grano (o d’avena)
  • 100g di farina 0
  • 30g di amido di mais
  • 30g di amido di riso
  • 160g di zucchero integrale di canna
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale
  • 130g di acqua
  • 130g di olio evo
  • 40g di miele (o solo malto per la versione vegan)
  • 20g di malto d’orzo

Preparazione:

In una ciotola, mischiate prima tutti gli ingredienti secchi, poi unite quelli umidi ed amalgamate. Dovete ottenere un composto compatto (se è troppo asciutto aggiungete un pochino d’acqua). Formate una palla e lasciate in frigo per almeno 30 minuti (foto 1).

1
1

Preriscaldate il forno a 180°C. Stendete la pasta col mattarello e ritagliate i biscotti. Infornate e cuocete per circa 20 minuti (foto 2).

2
2

Lasciate raffreddare i biscotti e…mordeteli! A colazione, a merenda o quando preferite 😉

P1040811Potete anche mettere un cucchiaino di marmellata al centro e creare dei fiorellini gustosi!

P1040813

Consigli nutrizionali: LA CRUSCA: sappiamo veramente cos’è la crusca? Negli ultimi tempi se ne sente parlare più spesso, è poco consumata (soprattutto nel nostro Paese), anche se dovremmo riscoprirla per diversi motivi. Prima di tutto è buonissima, contiene moltissime fibre e va d’accordo con la mia idea di “non si spreca mai niente” 🙂 Dei cereali si utilizza spesso solo la cariosside (il chicco) e si sottopone a macinazione. La parte esterna della cariosside è la crusca e viene di solito scartata con altre parti, ricche di vitamine e di grassi. Ciò comporta una diminuzione del valore nutritivo delle farine! Questo, però, dona loro un aspetto, in teoria, più invitante: bianco e impalpabile. In realtà dobbiamo cambiare il nostro modo di “vedere” le farine! La presenza di crusca nel pane stimola la peristalsi intestinale, arricchisce la flora aumentando le difese contro i patogeni.

Particolare attenzione alle farine integrali deve essere fatta da parte di persone che soffrono di gastrite o colite, o in altri casi di particolari esigenze alimentari.

A presto 🙂